Solo quattro team restano immutati rispetto all’anno scorso dopo alcuni dei trasferimenti più clamorosi nella storia del WorldSBK

Il Campionato del Mondo MOTUL FIM Superbike 2024 si presenta completamente rivoluzionato rispetto alla passata stagione. Grossi colpi di mercato, ottimi rookie e nuovi team saranno protagonisti in questa stagione che ha visto due iridati cambiare Casa, senza dimenticare gli esordienti che proveranno a lasciare il segno nel WorldSBK. Tanti importanti cambiamenti sullo schieramento per una stagione che si preannuncia davvero imperdibile.

COME TUTTO È INIZIATO: Razgatlioglu passa da Yamaha a BMW

Uno dei primi trasferimenti annunciati è stato quello relativo a Toprak Razgatlioglu, che ha lasciato Yamaha per approdare nel ROKiT BMW Motorrad WorldSBK Team. Il campione del mondo 2021 si è adattato bene alla M 1000 RR, mettendo in mostra una velocità incredibile e un ottimo passo nel corso dei test. Ancora una volta dividerà il box con Michael van der Mark: insieme alla Casa tedesca torneranno ai successi conquistati con la Casa giapponese?

Rea lascia KRT e va in Yamaha

Con il passaggio clamoroso di Razgatlioglu alla BMW, è rimasta libera la sella precedentemente occupata dal turco nel team Pata Prometeon Yamaha. Jonathan Rea, dopo nove stagioni e sei titoli mondiali vinti con Kawasaki, è passato alla Yamaha, nel team Crescent Racing. Il trasferimento di Rea alla Yamaha è stato davvero clamoroso, ma il nordirlandese ha dimostrato di avere subito il passo in sella alla sua R1 nel corso dei test. In questa stagione avrà come compagno di box Andrea Locatelli: cambiamenti anche in termini di capotecnici, con Andrew Pitt che lavorerà al fianco di Rea mentre accanto a Locatelli vedremo Tom O’Kane.

UN PASSAGGIO DA SOGNO PER BASSANI: ecco il sostituto di Rea

La partenza di Rea ha lasciato un posto libero in Kawasaki che ha deciso di puntare su Axel Bassani. Dopo tre stagioni con Motocorsa Racing in sella alla Panigale V4 R, per ‘El Bocia’ l’adattamento al motore 4 cilindri in linea della ZX 10-RR rappresenta una grossa novità. Bassani non ha mai nascosto che il suo sogno era quello di far parte di un team ufficiale e ora ha coronato questo sogno. Con Ducati ha lottato costantemente per la zona podio, come andranno le cose con Kawasaki?

DUCATI, ECCO IL CAMBIAMENTO: Bulega promosso dal WorldSSP

Nicolò Bulega dividerà il box con Alvaro Bautista nel team Aruba.it Racing – Ducati, come comunicato già prima della vittoria del titolo mondiale da parte dell’emiliano nel WorldSSP. Dopo un 2023 da record, arriva al 2024 con tanto ottimismo, come già visto nei test.

EFFETTO CATENA: grossi colpi di mercato e i rookie cambiano la composizione dello schieramento

Il passaggio di Bulega nel team ufficiale Ducati ha comportato un cambio di team anche per Michael Ruben Rinaldi, trasferitosi nel Motocorsa Racing. Con l’arrivo di Razgatlioglu in BMW, Scott Redding è stato spostato nel team Bonovo Action BMW in sostituzione di Loris Baz. Andrea Iannone torna in azione con il Team GoEleven, con Philipp Oettl rimasto senza sella. Alla fine il tedesco ha firmato con GMT94 Yamaha, con Lorenzo Baldassarri di ritorno nel WorldSSP. Promozione interna nel team Petronas MIE Racing Honda che nel WorldSBK schiererà Tarran Mackenzie e Adam Norrodin al posto di Eric Granado e Hafizh Syahrin. All’esordio nel WorldSBK vedremo anche l’Elf Marc VDS Racing Team con Sam Lowes.

STESSA COMPOSIZIONE: quattro team restano immutati

Il Team HRC ha deciso di confermare Iker Lecuona e Xavi Vierge, alla loro terza stagione con la Casa giapponese. Danilo Petrucci si appresta a vivere la sua seconda annata con il Barni Spark Racing Team, mentre il GYTR GRT Yamaha WorldSBK Team ha confermato Dominique Aegerter e Remy Gardner. Bradley Ray (Yamaha Motoxracing WorldSBK Team) anche in questa seconda annata resta con lo stesso team con cui ha corso nel 2023. Tito Rabat ha concluso la scorsa stagione con il team Kawasaki Puccetti Racing, formazione con cui non ha iniziato il 2023, ma con cui riprenderà la nuova stagione.

 

Ph: worldsbk.com