Il Team HRC si prepara ad affrontare il nuovo campionato mondiale di motocross con tre piloti a bordo delle loro Honda, poiché Tim Gajser e Ruben Fernandez sono affiancati dal giovane italiano Ferruccio Zanchi, segnando il ritorno alla classe MX2 per questo prestigioso produttore.

Il cinque volte campione del mondo Gajser non ha bisogno di presentazioni: lo sloveno cerca di aggiungere altri trofei dopo una stagione 2023 colpita dagli infortuni. Il #243 ha fatto ritorno verso la fine dell’anno, vincendo due delle ultime tre gare, ma ora punta a continuare a vincere con la nuovissima Honda CRF450R.

Sia lui che il compagno di squadra Fernandez hanno testato intensamente la nuova moto durante questo periodo invernale, assicurandosi che sia pronta per tutte le sfide di una stagione MXGP di 20 round. Dopo un considerevole tempo in sella, entrambi sono estremamente soddisfatti dei risultati e non vedono l’ora della prima partenza il 9-10 marzo.

Fernandez non vede l’ora di tornare in Argentina, nella splendida struttura di Villa La Angostura, dove lo scorso anno ha ottenuto la sua prima vittoria MXGP. Un momento importante che ha notevolmente aumentato la fiducia dello spagnolo per il resto della stagione. Ora, si sente di nuovo in forma mentre la nuova stagione si appresta a iniziare in Argentina.

Il ritorno del Team HRC alla classe MX2 è stato una grande mossa, ma cruciale per il marchio gareggiare competitivamente sulle più piccole moto da 250cc. Zanchi è stato visto come il candidato perfetto per guidare questa nuova avventura nel 2024. L’italiano ha già partecipato a un paio di round wild card MX2 e ha avuto successo nella classe EMX250 l’anno scorso. Ora, salirà a tempo pieno in quella che è una tabula rasa completa per lui e la moto. Entrambe le parti sanno che non sarà facile arrivare e competere subito, ma entrambe hanno lavorato molto durante questa pausa invernale per essere pronte a affrontare ciò che li attende. Questo è visto come un progetto a lungo termine per cercare di tornare al livello che ha visto Gajser vincere il titolo MX2 nel 2015, ma tutti coinvolti sanno che c’è molto potenziale, e con l’esperienza e la mentalità vincente che il Team HRC possiede, sarà solo questione di tempo prima che tornino dove meritano di essere.

Con due nuove moto e un nuovo pilota, il 2024 si prospetta come una stagione molto emozionante per tutti coinvolti. Prima dell’inizio dei campionati del mondo, ci sono due gare di riscaldamento a Riola Sardo e Mantova per il trio per mettere le rispettive moto alla prova e assicurarsi che tutto sia pronto per l’Argentina tra poco più di un mese.

Tim Gajser #243: “Non vedo l’ora che inizi questa stagione. Ho ritrovato la mia forma alla fine dello scorso anno e da allora abbiamo una nuova moto che è fantastica da guidare. Non vedo l’ora di uscire e mostrarla. La pausa invernale è stata buona, con molte cose extra, ma sono riuscito a fare la guida di cui avevo bisogno. Stare in Sardegna per un mese o giù di lì ha funzionato bene, così posso allenarmi davvero come mi serve. Il team ha lavorato duramente insieme a me per aiutare a far sì che tutto sia a posto, e ora stiamo solo cercando di arrivare a quella prima partenza e iniziare questa stagione 2024.”

Ruben Fernandez #70: “Sono rimasto davvero impressionato da questa nuova moto ed è stato divertente configurarla come voglio e farla funzionare come voglio per la stagione a venire. Ovviamente, ho iniziato il 2023 vincendo in Argentina e sarebbe bello iniziare il 2024 con un botto, ma l’obiettivo è avere più momenti forti e essere costantemente in lotta nella parte anteriore. Il fatto che ora abbiamo due GP spagnoli, con uno vicino a casa mia, è fantastico per me e non vedo l’ora del nuovo round in Galizia, e ci sono molte gare in cui credo di poter fare bene.”

Ferruccio Zanchi #73: “Questo è un momento fantastico per me. È ciò che ogni giovane pilota vuole raggiungere quando sale per la prima volta su una moto da motocross: correre per il Team HRC. Tuttavia, questo momento è solo l’inizio, e so che il vero lavoro inizia ora. È un grande onore essere la persona che hanno scelto per guidare il rinnovamento di questo programma CRF250R, ma so che devo dare il 100% di sforzo per assicurarmi che quest’anno, e gli anni a venire, siano di successo sia per me che per la moto. Voglio ringraziare tutte le persone vicino a me che hanno reso possibile tutto questo e vorrei anche salutare tutti i fan della Honda in tutto il mondo che ora rappresenterò in pista. Non vedo l’ora di incontrarvi e spero di potervi rendere orgogliosi nelle gare.”

Photo Credit: shotbybavo