Jorge Martin (Prima Pramac Racing) è tornato in cima alla classifica, vincendo un epico Tissot Sprint per la prima volta dall’inizio della stagione! L’ #89 ha lottato duramente al primo giro per rubare la testa e ha combattuto a lungo con Marc Marquez (Gresini Racing MotoGP™) durante lo Sprint prima di attraversare il traguardo per reclamare la vittoria con un margine confortevole al Gran Premio Estrella Galicia 0,0 de España in un sabato pieno di colpi di scena.

La battaglia per il podio è stata intensa, con Marc Marquez che è caduto, promuovendo Pedro Acosta (Red Bull GASGAS Tech3) al secondo posto e Daniel Pedrosa (Red Bull KTM Factory Racing) che ha conquistato il terzo posto dopo una penalità per la pressione degli pneumatici per Fabio Quartararo (Monster Energy Yamaha MotoGP™).

C’era il potenziale per il dramma alla curva uno, con Brad Binder (Red Bull KTM Factory Racing) che ha conquistato la testa dopo una partenza sensazionale per il sudafricano. Martin ha presto trovato il varco su Marc Marquez in pole position, che ha cercato di contrattaccare alla curva due ma ha abortito la missione, preparandosi per una mossa più avanti nello Sprint. Martin ha presto preso il comando della gara, lasciando a Binder la lotta con i fratelli Marquez dietro.

Il campione del mondo in carica Francesco Bagnaia (Ducati Lenovo Team) ha poi vissuto il suo dramma nello Sprint, rimanendo intrappolato con Binder e Marco Bezzecchi (Pertamina Enduro VR46 Racing) alla curva uno, ponendo fine prematuramente allo Sprint del #1, senza ulteriori azioni prese sulla collisione ma Bagnaia è stato l’unico pilota messo da parte a causa di essa.

Al fronte, Martin ha subito aumentato il ritmo, costruendo un vantaggio di un secondo su Marc Marquez, che stava lavorando duramente per ridurre il gap. Il #93 ha recuperato il gap a mezzo secondo prima che Martin allargasse la traiettoria, permettendo a Marquez di balzare in testa al settimo giro della gara, facendo esplodere la folla di Jerez.

Dietro ai leader della gara si stava sviluppando una grande battaglia per il terzo posto tra Alex Marquez (Gresini Racing MotoGP™), Binder e Enea Bastianini (Ducati Lenovo Team), prima che tutti e tre i piloti perdessero il controllo della moto alla curva cinque. Secondi dopo, Marc Marquez avrebbe perso il controllo della moto mentre era in testa allo Sprint, cadendo e scivolando in nona posizione. Questo ha riportato Martin in testa, Acosta al secondo posto e Quartararo al terzo.

Nell’ultimo giro della gara, Martin aveva un vantaggio confortevole di quattro secondi e sembrava imbattibile nell’ultimo giro. L’ #89 ha mantenuto la vittoria, tagliando il traguardo per vincere il Tissot Sprint davanti ad Acosta e Quartararo.

Pedrosa non è riuscito a trovare un varco nell’armatura di Quartararo nell’ultimo giro, tagliando il traguardo al quarto posto. Tuttavia, a Quartararo è stata successivamente inflitta una penalità che ha promosso il rientrante #26 al terzo posto davanti a Franco Morbidelli (Prima Pramac Racing), che è stato promosso al quarto posto con Quartararo che chiude al quinto posto dopo l’applicazione della penalità di otto secondi per la pressione degli pneumatici. Raul Fernandez (Trackhouse Racing) ha concluso la gara al sesto posto, ma una penalità per lui lo ha poi promosso a P6.

Marc Marquez è stato costretto a perdere una posizione nelle fasi finali della gara dopo essere entrato in collisione con l’ex compagno di squadra della Repsol Honda Joan Mir, ma ha completato la carica. Augusto Fernandez ha concluso con un punteggio doppio per il team Red Bull GASGAS Tech3, classificandosi settimo davanti a Miguel Oliveira (Trackhouse Racing) e Mir, che è stato promosso al P9 dalla penalità inflitta a Raul Fernandez.

C’erano diversi caduti durante la gara, tra cui Fabio Di Giannantonio del Pertamina Enduro VR46 Racing, che è caduto anche nelle prime fasi alla curva 13 prima che Bezzecchi cadesse con quattro giri alla fine. Entrambe le moto Aprilia Racing di Aleix Espargaro e Maverick Viñales hanno concluso senza finire lo Sprint, così come Luca Marini (Repsol Honda Team) e Jack Miller (Red Bull KTM Factory Racing).

Non è ancora il giorno della gara, con il MotoGP™ di nuovo in pista per il Warm Up alle 9:40 ora locale (UTC +2) di domenica, prima dell’atteso Gran Premio di Spagna con le luci che si accendono alle 14:00 ora locale.

Top 10:

  1. JORGE MARTIN (PRIMA PRAMAC RACING)
  2. Pedro Acosta (Red Bull GASGAS Tech3) +2.970
  3. Daniel Pedrosa (Red Bull KTM Factory Racing) +7.102
  4. Franco Morbidelli (Prima Pramac Racing) +8.481
  5. Fabio Quartararo (Monster Energy Yamaha MotoGP Team) +15.052
  6. Marc Marquez (Gresini Racing MotoGP™) +18.131
  7. Augusto Fernandez (Red Bull GASGAS Tech3) +18.278
  8. Miguel Oliveira (Trackhouse Racing) +18.418
  9. Joan Mir (Repsol Honda Team) +18.553
  10. Takaaki Nakagami (IDEMITSU Honda LCR) +21.136

Ph: MotoGp