Dopo un anno particolare, caratterizzato da incertezze e cambi di programma, dovuti alla situazione pandemica, finalmente l’enduro nazionale è pronto a riaccendere i motori. Il luogo della “rinascita” non poteva che essere Passirano (BS), dove tutto sarebbe dovuto cominciare esattamente 365 giorni fa.

Il comune bresciano sarà teatro di una ripartenza che si preannuncia storica: ben 390 i riders pronti a darsi battaglia nelle 5 speciali preparate dal Motoclub R.S.77! I piloti, provenienti da tutto lo stivale e da ben 3 continenti diversi, potranno iniziare a visionare le P.S. dalle 9:00 di mercoledì 3 marzo mentre sarà possibile accedere al Paddock, in via Bachelet, a partire da venerdì e solo se in possesso di Pass.

Le verifiche amministrative e tecniche si svolgeranno nella giornata del sabato e con orario anticipato rispetto a quanto previsto inizialmente proprio per l’elevato numero di iscritti; in mattinata toccherà ai piloti degli Assoluti d’Italia, a partire dalle ore 10,00, mentre il pomeriggio, dalle 14:00, sarà il turno degli atleti della Coppa Italia. Finite le punzonature le moto verranno accompagnate in parco chiuso e vedranno lo start domenica 7 marzo alle ore 8,30.

Nulla sarà lasciato al caso a livello organizzativo, tutto è stato programmato in modo da garantire il rispetto delle norme anticovid: ai piloti verrà assegnato un orario – consultabile sul sito di Italiano Enduro – per presentarsi alle verifiche del sabato ed il classico briefing pre-gara si terrà online su Facebook Italiano Enduro e Youtube Italiano Enduro alle 18,30 di sabato.

Rudy Moroni

È inoltre “assolutamente vietata la partecipazione del pubblico che non potrà entrare all’interno dei paddock e sostare a bordo speciale”. A precisarlo è il presidente del sodalizio organizzatore Renato Tonoli il quale tiene a ricordare che: “La manifestazione sarà proposta diversamente in modo che tutti la possano seguire ugualmenteGrazie al supporto di Croce Rossa, Carabinieri e dei volontari della polisportiva di Passirano – per un totale di circa 300 persone coinvolte – il distanziamento ed il rispetto delle regole saranno garantiti. A tutti i sopracitati vanno i nostri ringraziamenti per il prezioso contributo”.

Il 17° Enduro della Franciacorta, ideato anni fa dal direttore di percorso Mario Rinaldi, prevede un giro ad otto: si transiterà due volte per giro al C.O. assistenza del Paddock. Da qui partiranno due anelli: nel primo saranno presenti due enduro test ed un cross test mentre nel secondo si svolgeranno estrema e cross test.

La prima ad essere percorsa sarà la P.S. Enduro Test che porterà poi all’Airoh Cross Test disegnata su un prato in leggera contropendenza con la presenza di gradoni da salire e scendere, questa speciale sarà il campo di battaglia della prima prova del Trofeo Airoh Cross Test. Concluso il fettucciato le moto si dirigeranno verso lo Scott Enduro Test che si snoda sulla stessa collina del primo Enduro test ed entrambi sono caratterizzati da sottobosco con fondo misto terra e pietrisco.

Davide Guarneri

Il secondo settore inizierà invece con il secondo Cross Test di giornata, molto veloce e sul piano, e si concluderà con la prova più particolare tra le cinque da disputare: Extreme Test “X-CUP Motocross Marketing – Galfer”. L’estrema è una classica mulattiera caratteristica del luogo con passaggi molto tecnici su lastre marmoree, molto scivolose in condizioni di pioggia ma abbastanza larga da garantire la sicurezza di tutti i piloti.

Il giro, da ripetere 4 volte sia per gli Assoluti d’Italia che per la Coppa Italia, presenta qualche passaggio interessante ma resta comunque un giro semplice. Per questo motivo non sono previsti tagli per la Coppa Italia.

A difendere il titolo assoluto degli Assoluti troveremo l’alfiere della Betamotor Steve Holcombe che avrà subito da fare con la voglia di riscatto del suo compagno di squadra Brad Freeman. Thomas Oldrati (Honda Redmoto) sbarca in 450 per sfidare Alex Salvini (Honda), anche se è ancora incerta la sua partecipazione dopo l’infortunio alla mano di qualche settimana fa. Classe affollata di talenti la 250 4t dove fa l’esordio nell’enduro l’ex crossista Samuele Bernardini (Honda) che dovrà vedersela con Matteo Cavallo (TM – Team Boano), Andrea Verona (GASGAS) e Davide Soreca (Husqvarna JET Racing).  Maurizio Micheluz (Husqvarna – Osellini) sfida il giovane Lorenzo Macoritto (TM – Team Boano) nella classe riservata alle 250 2t, mentre nella 300 si consumerà la prima battaglia tra Gianluca Martini (Betamotor) e Rudy Moroni (Ktm – Proracing Sport). In 125 il vicecampione Giuliano Mancuso (Fantic – D’Arpa Racing) avrà a che fare con i due veterani Deny Philippaerts (TM – Team Boano) e Davide Guarneri (Fantic – E50 Racing). Tra i giovani Claudio Spanu (Husqvarna – Osellini) punta al titolo della Junior, obbiettivo comune anche dei talenti azzurri Matteo Pavoni (TM – Team Boano) e Manolo Morettini (Ktm – Proracing Sport), mentre lotta aperta nella Youth con Riccardo Fabris (Fantic – Jet Racing) tra i favoriti dopo la medaglia d’argento conquistata nel 2020. Proprio i giovani saranno i protagonisti del Trofeo Eleveit per diventare pilota ufficiale Eleveit 2022. Per iscriversi basta compilare il modulo online sul sito di Italiano Enduro.

Brad Freeman

Grandi sfide anche nella Coppa Italia dove Luca Bontempi (Ktm) cercherà di primeggiare nella classe Junior sfidando Luca Giacomelli (Ktm) e Federico Trabucco (Ktm). Il classe ’91 Denny Muttoni (Ktm) è il favorito tra i senior mentre nella classe Major, su Ktm, troviamo Davide Marangoni. Nella classe 50 tanti i giovanissimi agguerriti che vorranno contrastare il velocissimo Manuel Verzeroli (Vent) mentre tra le lady saranno Raissa Terranova (Beta – SGS Racing) e Francesca Nocera (Ktm) a battagliare per il primo posto. Nella Cadetti favore dei pronostici per il ligure Cesare Gandolfo (Ktm).

Da quest’anno i Campionati Assoluti d’Italia – Coppa FMI/Coppa Italia Borilli Racing-Ufo Plast sbarcheranno in TV. Il promoter Maxim ha infatti raggiunto un accordo con TV Videomotori per trasmettere le immagini delle varie gare tricolori su ben 143 emittenti.