Rufina scalda i motori per il round toscano del Campionato Italiano Enduro Under 23/Senior

Il Campionato Italiano Enduro Eicma Under 23/Senior si prepara al round toscano di Rufina questo fine settimana, dove si svolgerà il quarto e penultimo appuntamento del Campionato Italiano. L’organizzazione è dell’Associazione Motociclistica Colli Fiorentini, un sodalizio giovane, nato nel 2010 da un nutrito gruppo di appassionati.

Già in passato questo sodalizio aveva organizzato la Under 23/Senior e dopo il 2021 in cui Rufina è stata protagonista del Trofeo Gasgas, è giunto il momento di aprire le porte del territorio al circus del Campionato Nazionale.

Le classifiche di campionato sono ancora apertissime e si preannuncia un grande spettacolo lungo le suggestive speciali realizzate per l’occasione.

Giuliano Mancuso (Ktm Tnt Corse) ha raggiunto il successo della classe Senior 450 per la seconda volta consecutiva nel round precedente di Fabriano, ma Mirko Spandre (Gasgas Sissi Racing) è a soli 5 punti in campionato, segue Nicolò Bruschi (Gasgas) al terzo posto.

A Fabriano, Federico Aresi (Gasgas Sissi Racing) ha conquistato la classe Senior 250 4T, ma al comando in campionato è ancora il velocissimo Roberto Da Canal (Honda Team Specia), mentre più distanziato è Jacopo Traini (TM Costa Ligure Boano).

Nella classe Senior 300, Alberto Capoferri (Gasgas Sissi Racing) ha 3 punti di vantaggio su Michele Musso (Sherco Bike & Co) e al terzo posto Davide Guerrieri (Beta DG Racing).

In classe Senior 250 2T il locale Fabio Pampaloni (Beta SGS Racing) ha un esiguo margine su Jonathan Zecchin (Ktm), con il senese Guido Conforti (Husqvarna Garaffi Moto) ancora in grado di puntare alla leadership.

Nella Senior 125, Filippo Grimani (Beta SGS Racing) continua ad allungare in campionato, forte delle tre vittorie sin qui ottenute, mentre Riccardo Celesti (Sherco) è in seconda posizione davanti a Simone Trapletti (Fantic E50 Racing).

In classe Junior 450 Lorenzo Bazzurri (Husqvarna Planet Racing) è in vetta alla graduatoria, con Alessandro Di Gregorio (Beta DG Racing) più distanziato ma davanti a Mattia Andreani (Gasgas).

La classe Junior 300 ha visto, a Fabriano, il primo meritato successo stagionale di Adriano Bellicoso (Ktm DG Racing), che ha ridotto lo svantaggio su Mirko Ciani (Ktm Dozer), che gli è davanti per soli 2 punti.

Carlo Minot (TM Agon) è stato fino ad oggi il mattatore incontrastato della classe Junior 250 4T, con Riccardo Fabris (Gasgas Sissi Racing) alle sue spalle con 13 punti in meno, mentre Matteo Del Coco (Ktm Pardi Racing Team) è in terza posizione.

Per quanto riguarda la Junior 250 2T, è premiata la regolarità di Giovanni Vezzani (Yamaha), con Thomas Grigis (Gasgas GTG Motogamma) al suo inseguimento e Erik Di Berardino (Sherco) in terza posizione.

Classe Junior 125 per Nicolò Paolucci (Ktm Tnt Corse) che spicca davanti a tutti dopo essere stato protagonista nel round precedente, conquistando il suo primo successo della stagione, al secondo posto in campionato è Lorenzo Giuliani (Beta Entrophy), con Federico Trabucco (Ktm 3G Factory) a ruota.

Nella classe Cadetti 125 Manuel Verzeroli (Gasgas Sissi Racing) continua ad allungare nella classifica generale, ma Luca Colorio (Husqvarna Osellini) è ancora matematicamente in gioco, così come Thomas Bastiani (Fantic Team Specia).

Molto corta la graduatoria della classe 50, con Riccardo Pasquato (Beta), Niko Guastini (Beta) e Simone Cagnomi (Vent) racchiusi in un punto.

Nella classifica Femminile, Aurora Pittaluga (Beta) è ancora davanti a Sabrina Lazzarino (Beta), con Sara Traini (Beta) ancora vicina e in grado di attaccare.