Tricolore Minienduro a Graffignano, lo spettacolo dei giovani appassiona il pubblico viterbese

Graffignano (VT) ha ospitato il primo dei due round finali del Campionato Italiano Minienduro Eicma Series, in un contesto in cui l’arte e la storicità di uno dei borghi più caratteristici del Lazio ha fatto da sfondo alle sfide di queste giovani promesse. La prima giornata si è corsa in condizioni impegnative, con un gran caldo solo in parte mitigato da un po’ di vento che, se non altro, ha favorito il dileguarsi della polvere. Il percorso era composto da due speciali, il Just1 Cross Test e la 24MX Enduro Test, da ripetersi nei cinque giri di gara, con un bel trasferimento quasi tutto su terra. Grande lavoro da parte del MC Graffignano che ha messo in piedi una manifestazione di alto livello.

Nella 125 Gabriele Melchiorri (Husqvarna) ha dominato la giornata, ma Riccardo Pasquato (Yamaha) con il secondo posto si è aggiudicato il titolo di classe, laureandosi Campione Italiano 125. È ancora apertissima la sfida per le altre posizioni del podio, dopo che un problema tecnico ha fermato Simone Cagnoni (Vent) sul più bello e Alessio Berger (Sherco) ha chiuso al quarto posto. Terzo di giornata Pierpaolo Mosca (Ktm).

Nella 85 Senior tesissimo braccio di ferro fino all’ultima speciale tra Yuri Lombardo (Ktm) e Tommaso Roccato (Husqvarna), con quest’ultimo che è andato a vincere per soli 0,29’, scavalcando Lombardo proprio all’ultimo Cross Test, vincendo anche l’Assoluta tra gli 85. Terza piazza per Diego Pitzoi (Ktm). I primi tre rispecchiano anche la classifica di Campionato, ancora del tutto apertissima.

Colpo di scena nella 85 Junior dove il leader Francesco Poeta (Husqvarna) è stato costretto al ritiro all’ultima speciale per un problema tecnico, mentre era largamente in testa. Via libera così a Massimo Lorenzi (Husqvarna) che fa sua la giornata e riapre il campionato. Secondo Mattia Cagnoni (Ktm) e terzo Duccio Giraldi (Husqvarna).

65 Cadetti che conferma il confronto tra il vincitore di giornata Andrea Surini (Ktm) ed Evan Moschetti (Husqvarna). Probabilmente servirà l’ultima gara per scoprire chi tra loro due si porterà a casa il titolo. Terzo Lorenzo Bargi (Husqvarna).

Tutto da definire anche nella 50 Codice, dove Nicholas Tomasi (Valenti) ha avuto la meglio su Matteo Fersini (Valenti) pareggiando i conti in Campionato. Anche per loro sarà determinante la giornata di domani per definire il nuovo Campione Italiano. Terzo Marco Pasinetti (HM).

Nel Girls Trophy by 24MX Emily Faganel (Ktm) ha preceduto la diretta rivale in campionato Karola La Mantia (Husqvarna); oggi la sfida sarà decisiva per conoscere la nuova Campionessa Italiana. Terza di giornata Alessia Pierelli (Yamaha), che anticipa Roberta Gallina (Husqvarna).

Giacomo Donde’ (Ktm) si conferma nella classe 65 Debuttanti vincendo su Mauro Musci (Ktm) saldamente in seconda posizione anche in Campionato, mentre è apertissima la lotta per il terzo posto tra Diego D’Angelo (Ktm) e Alex Pirone (Ktm).

Tra le squadre, nella Femminile ha vinto il Motoclub Il Carso con Emily Faganel e Anna Marconi, a pari punti con il MC Tritone di Valentina e Karola La Mantia, mentre nella Maschile si è imposta la squadra delle Fiamme Oro con Tommaso Roccato, Massimo Lorenzi, Alessio Berger e Nicolò Mancinelli.