Concluso all’Offroad Park di Pietramurata il primo round del Campionato Italiano Trial 2022

Un grande inizio per il Campionato Italiano Trial. La celebre e polivalente area attrezzata dell’Offroad Park di Pietramurata di Dro (Provincia di Trento) ha ospitato il primo appuntamento stagionale della massima espressione delle due ruote trialistiche in Italia. Con un rimarchevole numero di partecipanti, il percorso di gara preparato con competenza e professionalità dal Moto Club Del Garda Ezio de Tisi ha offerto interessanti verdetti nelle due giornate di gara disputatesi tra sabato 23 e domenica 24 aprile.

L’adozione del “Format B” ha permesso ai protagonisti delle classi TR1, TR2, TR3, TR3 125 e Femminile A di affrontare la prima di due gare in programma nel fine settimana già nella giornata di sabato 23 aprile. Da pluri-Campione in carica, Matteo Grattarola (Beta) ha colto l’occasione per iniziare al meglio la stagione 2022 del Campionato Italiano Trial. Reduce da una serie di brillanti risultati conseguiti nel Mondiale X-Trial, l’atleta delle Fiamme Oro con sole 9 penalità a referto ha avuto ragione nella top class TR1 di un ritrovato Luca Petrella (GASGAS), secondo a soli 3 appoggi dopo un problematico 2021 condizionato da problemi fisici. A completare il primo podio stagionale ci ha pensato il vice-Campione in carica Lorenzo Gandola (Beta) a precedere di una sola penalità Gianluca Tournour (GASGAS) con Andrea Riva (GASGAS), Mattia Spreafico (Vertigo) e Carlo Alberto Rabino (Beta Rabino Sport) a seguire, annoverando nella Internazionale la partecipazione di un comprovato protagonista del Trial al di fuori dei nostri confini del calibro di Arnau Farrè (Sherco).

Avvincente e spettacolare la TR2 che ha sancito il successo di misura di Pietro Fioletti (Vertigo) a scapito del rientrante Stefano Garnero (TRRS) con Luca Corvi (GASGAS) classificatosi terzo. Nella TR3, primato di Francesco Titli (Sherco) a scapito di Cristian Bassi (Beta) e Riccardo Cattaneo (Vertigo), mentre la TR3 125 riservata ai giovani talenti da 14 a 21 anni di età ha riproposto sul gradino più alto del podio Mirko Pedretti (Beta) a precedere Alessandro Amè (TRRS) e Anton Riedel (Beta). La prima giornata di gara del Campionato Italiano Trial Femminile-A ha proiettato nuovamente al vertice Andrea Sofia Rabino (Beta Rabino Sport). La tuttora quindicenne Campionessa nazionale e della Coppa del Mondo Trial2 Women in carica ha avuto ragione di Sara Trentini (Vertigo), di casa all’Offroad Park, con Alessia Bacchetta (GASGAS) tornata sul podio in segno di continuità alla crescita mostrata nel 2021. Quarto posto per la Campionessa 2020 Martina Gallieni (TRRS) con Martina Brandani (Sherco) classificatasi quinta.

Conferme e sorprese hanno caratterizzato la seconda giornata di gara delle classi Élite. Combattutissima la TR1 dove si è registrato l’ex-aequo in termini di punteggio tra Matteo Grattarola (Beta) e Luca Petrella (GASGAS), con la vittoria in base alla discriminante del regolamento assegnata al Campione in carica. Nuovamente sul podio Lorenzo Gandola (Beta), terzo a precedere nell’ordine Gianluca Tournour (GASGAS), Carlo Alberto Rabino (Beta Rabino Sport), Andrea Riva (GASGAS) e Mattia Spreafico (Vertigo) con Arnau Farré (Sherco) nuovamente impegnato nella graduatoria Internazionale. Valori in campo sovvertiti nella TR2 con Luca Corvi (GASGAS) al primo hurrà stagionale, in questa circostanza avendo la meglio su Gabriele Saleri (Beta) e con Pietro Petrangeli (Sherco) tornato sul podio. Cristian Bassi (Beta) si è invece garantito il successo TR3 seguito da Francesco Titli (Sherco) e Alessandro Nucifora (GASGAS), con la TR3 125 che ha prodotto il bis di Mirko Pedretti (Beta) a precedere Anton Riedel (Beta) e Alessandro Amè (TRRS). La Femminile A nuovamente ha certificato il successo di Andrea Sofia Rabino (Beta Rabino Sport), vincitrice della gara di domenica con Alessia Bacchetta (GASGAS) seconda ed al miglior risultato in carriera seguita da Sara Trentini (Vertigo), Martina Brandani (Sherco) e Martina Gallieni (TRRS).

Nella mattinata, l’unica gara in programma delle classi Trial 2 ha offerto il primo confronto stagionale della TR3 Open con Marco Andreoli (Sherco) vincitore per la discriminante degli zeri rispetto ad Emanuele Gilardini (Jotagas) con Michael Daniele Pellegrinelli (Vertigo) terzo. Nella numerosissima TR4, Stefano Donchi (GASGAS) ha avuto ragione di Valter Feltrinelli (Montesa) e Angelo Piu (Vertigo).

Nel medesimo fine settimana, l’Offroad Park ha ospitato il primo round del Campionato Italiano MiniTrial 2022. La serie riservata ai giovani talenti di almeno 8 anni di età ha registrato un buon numero di iscritti nelle rispettive classi di appartenenza, con i Campioni di domani in grado di maturare una formidabile esperienza formativa per il futuro. Per quanto concerne i verdetti sportivi, Marco Turco si è assicurato la vittoria nella MiniTrial A riuscendo ad avere ragione di Etienne Giacuzzo e Daniel Cerutti in un podio tutto GASGAS. Successo altresì di Edio Poncia (Beta) nella MiniTrial B con la top-3 che registra la presenza di Giacomo Villari (Beta) e Fabio Mazzola (Ossa). La MiniTrial C ha visto invece primeggiare William Franzoni (GASGAS) a scapito di Riccardo Iaculano (Beta) e Giacomo Midali (Beta), mentre la MiniTrial Entry ha riproposto sul gradino più alto del podio Tony Viero seguito da Federico Guglielmetti Mugion (Beta) e da Edoardo Salvai (Beta). Se Diego Mazzola si è imposto nella MiniTrial Mono, la graduatoria Femminile B ha insignito del successo Erica Bianchi (Beta) con la Femminile Open che ha proiettato al vertice Alice Parodi (Beta) con Sara Picasso (Beta) e Dalia Pardini (Sherco) a completare il podio.

II Campionato Italiano Trial tornerà in azione il 5 giugno prossimo a Sefro (Provincia di Macerata) per il secondo appuntamento stagionale con la regia organizzativa del Moto Club Camerino.

MXCircus

GRATIS
VISUALIZZA