Battaglia infernale tra l’australiano Ruprecht, Matteo Cavallo e Brad Freeman negli Assoluti Enduro

Un vortice di emozioni incredibili ha accompagnato l’intera giornata di gara domenicale del terzo round del Campionato Assoluti d’Italia Enduro Borilli Racing – Ufo Plast 2021. A spuntarla, sulle rive del placido lago di Piediluco, è stato il velocissimo Wil Ruprecht del Team TM Boano che è riuscito nell’impresa di compiere un’incredibile rimonta nei confronti della coppia Freeman – Cavallo, scattata in testa ad inizio giornata.

La manifestazione, organizzata e gestita in maniera straordinaria dagli uomini del Moto Club Racing Terni, ha visto ai nastri di partenza 180 piloti, divisi tra Assoluti e Coppa Italia. I riders hanno trovato ad attenderli un giro “vecchio stile” con due settori, separati dal C.O. alla partenza e uno di metà giro, e tre speciali ad alto tasso tecnico in grado di mettere in risalto le caratteristiche dei piloti che hanno dovuto affrontarle in condizioni davvero differenti nei due giorni di gara: umide e scivolose il sabato e dure e secche la domenica.

Lorenzo Macoritto

Gli atleti degli Assoluti hanno effettuato quattro giri in entrambi i giorni mentre quelli della Coppa Italia la domenica si sono fermati al terzo giro effettuando, a differenza del sabato, anche la speciale Estrema X-CUP Motocross Marketing-Galfer.

Il clima pienamente primaverile ha fatto da sfondo alla meravigliosa sfida che i campioni di livello mondiale ci hanno regalato in questo giorno di festa nazionale. Wil Ruprecht, dopo la giornata difficile di sabato (Report Day 1), è riuscito a trovare il giuso feeling con la moto e ha inanellato una serie di tempi da top 10, fino a metà gara per poi, dalla fine del secondo giro, sferrare l’attacco definitivo alla coppia di testa Freeman – Cavallo.

L’inglese Brad Freeman (Betamotor), veloce ma non incisivo come nella giornata di sabato, si è portato al comando della provvisoria a partire dalla prima speciale ed è riuscito a gestire il vantaggio quasi fino alla fine. Ad insidiare Freeman nella prima parte di gara è stato il poliziotto Matteo Cavallo (TM – Boano) che è riuscito ad avere la meglio sul pilota di oltre manica ma ha dovuto cedere all’incredibile ascesa del compagno di Team Ruprecht.

Andrea Cervellin

Il podio finale si è quindi deciso solo all’ultima PS di giornata, lo Scott Enduro Test: Freeman non va oltre la 19° posizione e lascia il secondo posto assoluto a Cavallo che trionfa nel Trofeo Airoh Cross Test e nella 250 4T su Andrea Verona (GasGas), quarto assoluto, e Samuele Bernardini (Honda).

Il Trofeo X-CUP Motocross Marketing-Galfer incorona Lorenzo Macoritto come vincitore della 5a prova di stagione con un vantaggio di soli 29 decimi su Freeman. Il pilota del Team Boano, oltre alla speciale classifica dedicata al più veloce nella speciale estrema, porta a casa la vittoria della classe 250 2T su Maurizio Micheluz (Husqvarna – Osellini) e Guido Conforti (Husqvarna).

Ottavo posto assoluto, dietro Macoritto, per la prima 125 della classifica generale guidata dall’esperto Davide Guarneri che si mette dietro, nella classifica di classe, Roberto Rota (Ktm) e il siciliano Giuliano Mancuso (Fantic – D’Arpa Racing).

In ritardo rispetto a sabato il pilota Honda RedMoto Thomas Oldrati: il poliziotto bergamasco chiude nono assoluto vincendo nuovamente la classe 450 e accorciando in campionato su Alex Salvini (Honda – S2 Motorsport). Terzo gradino del podio per Nicola Recchia (GasGas).

Gianluca Martini

Colpo di scena nella classe Junior dove il leader di campionato, Matteo Pavoni (TM – Boano) è costretto al ritiro per un problema elettrico. A trionfare, per la prima volta nel 2021, è il giovane Manolo Morettini in sella alla piccola Ktm 250 4T del Team Pro Racing Sport. Secondo posto per il sardo Claudio Spanu (Husqvarna – Osellini) che ha la meglio sul vincitore del Trofeo Eleveit Enrico Rinaldi (GasGas – Motogamma).

Ordine d’arrivo identico al Day 1 per la classe 300: primo Gian Luca Martini (Betamotor), secondo Thomas Marini (TM – Boano) e terzo Michele Musso (Sherco).

La giostra della classe Youth vede il quarto vincitore diverso, in cinque gare disputate: ad avere la meglio oggi è Daniele Delbono (Fantic – Jet Racing) per solo mezzo secondo nei confronti di Kevin Cristino (Fantic – D’Arpa Racing) e tre secondi da Riccardo Fabris (Fantic – Jet Racing).

Il Gruppo Sportivo Fiamme Oro si aggiudica la classifica dei Motoclub con Oldrati, Micheluz e Cavallo che riescono ad avere la meglio sul MC Sebino e sul MC Lago d’Iseo. Tra i Team Indipendenti vittoria in solitaria per Osellini.

Andrea Cervellin

Nella Coppa Italia Borilli Racing – Ufo Plast vittoria assoluta per Filippo Moletta (Husqvarna) che vince anche nella classe Senior su Massimo Wolkow Mutti (Husqvarna) ed Elia Campagnolo (Honda). Secondo assoluto Alessandro Guerra (GasGas), primo tra i giovani della Cadetti davanti a Daniele Vaira (Sherco) e Simone Angeretti (TM). Restando tra i giovani passiamo nella classe Junior dove ad avere la meglio è il terzo assoluto Alessio Beccafichi (Honda). Seconda piazza per Federico Trabucco (KTM) e terza per Alessio Caselli (Beta). Nella Major podio così composto: Mirko Colombo (Ktm), Ivo Zanatta (GasGas) e Agostino Volpi (Honda). Luca Colorio (Vent) vince nuovamente la classe 50 su Manuel Verzeroli (Vent) e Davide Mei (Valenti).

Non cambia nulla rispetto al sabato nella Coppa FMI Borilli Racing-Ufo Plast 2021 dove vincono Andrea Cervellin (Honda – Specia) nella 4 Tempi e Andrea Gheza (Beta) nella 2 Tempi.

Le premiazioni sono avvenute in perfetto orario presso il circolo remiero di Piediluco. Oltre al presidente del Motoclub Racing Terni Ortenzo Sanguinato hanno presenziato il sindaco di Terni e l’Assessore allo Sport Elena Proietti Leonardo Latini. Presenti alla manifestazione anche il presidente FMI avv. Giovanni Copioli e il pilota della MotoGP Danilo Petrucci.

L’appuntamento con gli #ASSITA2021 va ora al 16 maggio quando, a Fabriano (AN) andrà in scena la 6a tappa di questa incredibile stagione 2021!