Campionato Italiano Motorally 2021: in 316 per il round toscano di Scarlino (GR)

Numeri da record per l’imminente appuntamento con il Campionato Italiano Motorally che domani e domenica, 24 e 25 aprile, vedrà una carovana di ben 316 partenti. La voglia di tornare in sella si è manifestata in tutte le discipline dedicate all’off-road e altrettanto è accaduto con la specialità dedicata alla navigazione, che ha continuato a ricevere iscrizioni sino a mezzanotte di domenica scorsa, ultima chance per poter partecipare alle prime due prove di campionato in territorio toscano.

Sarà Scarlino (GR) ad ospitare il doppio appuntamento con il roadbook, grazie al connubio di due inossidabili moto club: Follonica e Pomarance, che, da mesi, nonostante le difficoltà emerse dalla pandemia, hanno dato vita al 1° Motorally Valle del Diavolo e il 4° Motorally della Maremma. La giornata di domani, sabato, prevede un percorso totale di oltre 200 chilometri, inframezzato da 2 settori selettivi rispettivamente di 24 e 30 chilometri; nella giornata di domenica i centauri affronteranno 2 settori selettivi di 24 e 26 chilometri per un percorso di 185 chilometri.

Molte le novità che si articoleranno con la stagione 2021 a partire dal Challenge “Road to Dakar” che garantisce una iscrizione gratuita per il rally più difficile e blasonato al mondo (le iscrizioni rimangono aperte sino a oggi, venerdì 23 aprile).

Altra novità è la prima edizione del Challenge Yamaha Ténére 700 GPX che vede al via 36 piloti, tra i quali alcuni giornalisti delle testata di settore più seguite; di conseguenza anche la categoria G-1000 vede un forte incremento di piloti, rendendo il tutto più interessante ed avvincente con 17 riders pronti a scalzare il titolo del pratese Pierluigi Valentini.

Sempre continuando a parlare di Challenge è d’obbligo citare il Challenge Beta, ad opera del Team manager Beta Dirt Racing Paolo Machetti, che anche quest’anno ha fatto il pieno di iscritti.

Indubbiamente l’uomo da battere al Campionato Italiano Motorally e Raid TT rimane Jacopo Cerutti (Team Solarys) che detiene ben cinque titoli Assoluti in sei anni di esperienza nel campionato che vede come Coordinatore Nazionale Antonio Assirelli.

Anche le quote rosa sono cresciute in maniera esponenziale, infatti già dalla Scuola Federale Motorally si era inteso che la disciplina piace sempre di più in maniera trasversale. Nel weekend la categoria femminile vedrà schierate 11 ragazze, tra le quali, il ritorno della pluricampionessa Serena Ghione, che renderà la vita dura alla campionessa in carica Raffaella Cabini (RSMoto).

Lascia la classe AX-125 Filippo Pietri (Africa Dream Racing) per passare alla categoria superiore, quest’anno in sella a Fantic 250, quindi il copione per la piccola di cilindrata sarà completamente nuovo.

Vanni Cominotto (Africa Dream Racing) cercherà di riconfermare il titolo nella classe B-250, categoria che si presenta bollente in questo 2021. Nella classe C-300 è Andrea Rocchi (Beta Dirt Racing) il pilota su cui sono puntati i riflettori, giovane atleta con il chiaro intento di fare la differenza anche nella classifica Assoluta. Nella D-450, per certi versi la classe regina, tornano i big con Jacopo Cerutti, Matteo Bresolin, Maurizio Gerini, Paolo Lucci, Mirko Pavan e Leonardo Tonelli, che dalla classe E-600 passa alla D-450. Ma occhi puntati anche nella classe E-600 con 22 competitors e con Andrea Mancini (Beta Dirt Racing) proiettato al gradino più alto del podio; per la categoria F-Marathon torna a fare la voce grossa Giovanni Gritti (RSMoto).

Il guanto di sfida tra i moto club è lanciato come tra i Team, mentre non sarà da meno la sfida nel panorama dei Trofeo Veterani e Ultra Veterani.

La formula dedicata alla categoria Sport riscuote nuovamente il successo con 74 iscritti.