Parata stellare ieri all’Euro Vintage Motocross Cup di Maggiora

A Maggiora la grande festa dell’epoca con ospiti illustri e tante gare valide sia per il campionato europeo che per l’italiano. Successo pieno per il debutto della Euro vintage motocross cup. Sulla pista di Maggiora, preparata in maniera impeccabile dal Moto Club MMX Maggiora Motocross, FMI e FXAction Group hanno festeggiato l’ottimo riscontro della prima prova del nuovo campionato europeo riservato alle moto d’epoca, corsa in abbinamento all’esordio stagionale del campionato italiano.

Alex Puzar – ph. Ruggero Visigalli

Tanti gli ospiti presenti al Mottaccio del Balmone, molti dei quali direttamente in gara, e momenti dall’alto impatto emotivo per celebrare la storia del motocross azzurro. Dopo la premiazione di sabato pomeriggio per Franco Picco, a cui FMI e FXAction Group hanno consegnato la targa “Cavalieri del cross”, ieri a Maggiora è arrivato Alex Puzar, per un giro d’onore con moto e abbigliamento replica del suo look del 1990. Tra gli ospiti ai box anche altri due assi del motocross anni ’80 come Massimo Contini e Maurizio Dolce.

Max Giusti – ph. Valter Ribet

Doppio ruolo per Max Giusti (Ktm – Milani), che ha fatto da presentatore sia alla premiazione di Picco che al giro d’onore di Puzar, ma ha raggiunto Maggiora anche e soprattutto per correre. L’attore romano ha concluso la gara della categoria P2B al diciassettesimo posto, con un ritiro in gara-2 che gli ha impedito di raccogliere altri punti per salire in classifica.

Alessandro Gritti (Ktm – Bergamo) e Franco Picco (Villa – Brogliano), le due leggende di enduro e raid che hanno deciso di rituffarsi nel “primo amore” del motocross, hanno onorato l’impegno con passione ed entusiasmo. Gritti si è piazzato settimo nella Pre-73 over 68, ma avrebbe potuto salire sul podio se non fosse stato frenato da un ritiro in gara-2, mentre Picco ha portato a termine il suo personale tributo a Francesco Villa con l’undicesimo posto nella P2A.

Franco Picco – ph. Alex Piantanida

Per Michele Fanton (Yamaha – Albettone) una prova in crescendo, conclusa al quinto posto nella categoria Evo E2 e con una confidenza sempre più forte col mezzo e con la pista.

Gli altri nomi noti della starting list hanno tutti recitato ruoli da grandi protagonisti, portando a casa successi di categoria.

Questo l’elenco completo dei 19 vincitori di Maggiora, in cui spicca l’aretino Alessandro Orbati, l’unico capace di portare a casa la vittoria in tutti e due i raggruppamenti disputati.

Ivano Ferrari (CZ – Gorlese Mario Colombo) Pre-73 over 50, Maurizio Pezzaglia (CZ – Garlaschese) Pre-73 over 60, Flavio Soldà (CCM – Chimax Lonigo) Pre-73 over 68, Fiorello Sberze (Maico – Intimiano Natale Noseda) Pre-76, Graziano Gardini (Suzuki – Ravenna) P1A, Paolo Caramellino (Kawasaki – Corsa lunga) P1B, Ivo Lasagna (Honda – Trasimeno) P1C, Patrick Mezzedimi (Suzuki – Poggibonsi) P2A, Michele Dal Bosco (Yamaha – Evergreen) P2B, Christian Ravaglia (Honda – Fiamme Oro) P2C, Alessandro Orbati (Villa – A.M. Aretina) C1 e C2, Stefano Miglionico (Honda – Roger De Coster) E1, Stefano Dami (Honda – Orbassano racing) E2, Fabio Occhiolini (Kawasaki – A.M. Aretina) Queen, Marco Volpe (Suzuki – Pedemontano) R1, Nicolas Tumini (Yamaha – MP Racing) R2, Gianluca Pettinari (Aspes – Perla del Tirreno) F1, Stefano Dalla Libera (Bombaci – Castellarano) F2 e Fabrizio Bennati (Suzuki – A.M. Aretina) Gruppo 4.

Paolo Caramellino – ph. Ruggero Visigalli

Dopo la partenza in grande stile del Mottaccio del Balmone, il campionato italiano epoca Ufo proseguirà la sua corsa l’1 e 2 maggio su un’altra pista che ha segnato la storia del motocross: il Monterosato di Fermo.