Tricolore E-Bike Cross: Stefano Passeri si coccola il primo podio stagionale

È Stefano Passeri il dominatore della prima prova, aggiudicandosi il Supercampione e la Senior; Roberto Fabbri vince nella EX1, nella Open vince Mitja Sorn e nella Junior Andrea Pignotti. Presentato anche il monomarca “Sur Ron” dove ha vinto Yuri Previtali.

Organizzazione e giornata perfette per la riapertura del campionato E-Bike sul bellissimo circuito lombardo dello “Zeta MX Park”.

Veramente belle ed entusiasmanti le gare, soprattutto nella classe che ha visto l’accorpamento della EX1 e EXS, dove Stefano Passeri e Roberto Fabbri (anche se divisi in classifica) hanno dato vita a bellissimi duelli. Bella prestazione nella categoria Junior di Andrea Pignotti e nella Open per lo sloveno Sorn.

In pista anche alcuni protagonisti del prossimo monomarca Sur Ron per una prova dimostrativa, dove ha vinto Previtali: il Trofeo partirà dalla seconda prova, ci sarà sia nel Cross che nell’Enduro.

Il responsabile della disciplina per la Federazione Motociclistica Italiana, Gianluca Avenoso, non ha voluto mancare a questa prima prova del 2021 e ha potuto personalmente rilevare i risultati dell’impegno profuso nella scorsa stagione, soddisfazione esternata con queste poche parole: “la E-Bike si conferma una disciplina emergente e oggi abbiamo visto una bellissima giornata di sport dove si sono divertiti tutti. Un ambiente molto positivo e siamo già pronti per il 9 maggio con la prima prova dell’enduro in Versilia”.

Supercampione: I migliori di ogni categoria si sono sfidati in una manche unica a fine giornata e al via ancora una volta a scattare davanti a tutti è stato Stefano Passeri (Fulgur Polini), seguito da Cristian Comastri (SVM), Davide Pavarelli (Castellarano), Daniel Gimm (Focus) e Fabrizio Bartolini (Focarini Polini), mentre Roberto Fabbri (Fantic – MC La Rocca) è partito male.

Bartolini nelle prime fasi di gara ha battagliato per il secondo posto, ma una scivolata nei primi giri lo ha attardato, mentre Fabbri si è portato sotto al gruppetto di testa, ma ha commesso un errore mentre era in bagarre per il primo posto, lasciando spazio a Comastri che è andato a concludere al secondo posto.

Bellissima manche con tantissimi duelli anche nelle retrovie, a dimostrazione che la voglia di correre di questi piloti non è poca, anche dopo le prove libere, crono e due manche; nella finalissima non si sono risparmiati e al termine tutti, stanchi e decisamente affaticati, hanno dichiarato di essersi divertiti, a partire dal vincitore Passeri, e non vedono l’ora di poter scendere nuovamente in pista.

Fin dalle prove cronometrate si è capito che la giornata avrebbe visto un bellissimo duello tra Stefano Passeri (Lumezzane – Fulgur Polini) e Roberto Fabbri (MC La Rocca – Fantic).

A conquistare la pole position è stato Passeri con 1:11.860 seguito da Fabbri con 1:17.122.

Ma gli avversari hanno dimostrato di non lasciare certo vita facile ai due contendenti, come Fabrizio Bartolini (Monte Coralli Faenza – Focarini Polini) quarto, e Attilio Pignotti (Valdinievole Ebike – Focus) quinto.

All’abbassarsi del cancelletto della prima manche il più veloce è stato Fabbri, seguito da Gianni Meschini (Electric Bike Cross – Fantic), Comastri (Castellarano – SVM) e Passeri.

Fabbri ha provato ad allungare, ma Passeri ha subito superato gli avversari e si è portato a ridosso del pilota della Fantic. I primi due hanno fatto gli ultimi giri uno attaccato all’altro studiandosi, ma poco prima della bandiera a scacchi il rider della Fulgor Polini ha avuto la meglio andando a vincere per pochi millesimi, con un Fabbri rallentato negli ultimi metri dal mono posteriore che pare abbia giocato un brutto scherzo.

Ottimo terzo Bartolini, che ha condotto una gara grintosa, seguito da Stefano Bonacina (Brivio R. Lavelli – Scott) e Pignotti.

In gara-2 Stefano Passeri scatta davanti a tutti, seguito a pochissima distanza da Fabbri e da Matteo Cravedi (Trial David Fornaroli – Scott).

Il leader della gara ha provato ad allungare sugli avversari fin da subito, grazie anche ad uno stile di guida più fluido, ma Fabbri non ha certo mollato, tranne che verso la fine per un banale inconveniente di batteria, che lo ha portato sul secondo gradino del podio con grande dispendio di energie fisiche.

Terzo ancora Bartolini, che ha veramente condotto una gara in crescita e con uno stile decisamente aggressivo che ha pagato e lo ha portato ad un ottimo risultato. Quarto Bonacina che ha preceduto “Attila” Pignotti.

In questa categoria registriamo anche il vincitore della Over 55 Maurizio Arrighi (Tommaso Piccirilli – Trek) con un decimo e un quattordicesimo nelle rispettive frazioni.

Tabella Rossa quindi dopo questa prova per Roberto Fabbri nella EX1 e Stefano Passeri nella EXS. 

EXJ: Gare entusiasmanti e mai scontate anche in questa categoria riservata ai più giovani.

Fin dalle qualifiche della mattina si è capito che il rider da battere era Andrea Pignotti (Valdinevole Ebike – Bhoss), che con 1:12.284 ha staccato Daniel Gimm di circa 3 secondi.

In gara-1 Pignotti è scattato subito al comando seguito da Andrea Bergamini (Gilera Club Arcore – SVM) e Daniel Gimm (Gorlese Mario Colombo – Focus). Mentre Pignotti ha allungato su tutti, i suoi avversari si sono scambiati le posizioni, dando vita a bei duelli.

In gara-2 Gimm è partito veloce davanti a tutti seguito proprio da Pignotti che in poche curve si è portato al comando allungando, ma il leader ha commesso un errore ed è caduto dopo una curva, finendo fuori pista e facendo fatica a ripartire, perdendo numerose posizioni. 

Il forte pilota della Bhoss a quel punto ha dato vita ad una rimonta incredibile che lo ha portato a superare tutti i suoi avversari e a riportarsi al comando, andando a vincere anche questa seconda manche, dando una gran prova di forza e di un ottimo stato di forma fisica.

Tabella Rossa meritata per Andrea Pignotti che sul podio sale davanti a Andrea Bergamini e Daniel Gimm, quest’ultimo leader anche della classe Under 18.

Open: Nella categoria riservata alle bici più potenti a vincere in entrambe le gare è stato un pilota che già abbiamo potuto vedere nel 2020 tra i più forti: Mitja Sorn (RP Moto – Culbix).

Sorn non ha avuto rivali in entrambe le frazioni e alle sue spalle si sono piazzati sempre nell’ordine Giuliano Boschi (MC La Rocca – SEM) e Riccardo Boschi (A.M. Aventina). Da sottolineare che nella seconda frazione Riccardo è stato sfortunato per aver avuto un guasto tecnico lungo il percorso che è riuscito a risolvere, finendo la manche sempre in terza posizione, precedendo Mario Ciani (Visab – Olmo).

Tabella Rossa quindi per Sorn, che precede il duo Boschi Giuliano e Riccardo.

Sur Ron Trophy: In questa giornata di Chieve, per la prima prova della E-Bike Cross, gli organizzatori del Trofeo Hanno deciso di presentare il progetto in maniera dinamica schierando alcuni rappresentanti dietro il cancello di partenza con due manche di prova. Di fatto una passerella, anche se dobbiamo dire che i piloti non si sono certo risparmiati enfatizzando le peculiarità dei loro mezzi. Il vincitore è stato Yuri Previtali (Val San Martino – Sur Ron) e al secondo posto si è piazzata la simpaticissima e anche brava Martina Riboni (Costa Volpino – Sur Ron). Martina oltre ad aggiudicarsi la seconda piazza ha dato vita a gare molto grintose e durante le manche la si sentiva divertirsi incitando anche gli avversari durante alcune fasi di gara.

Per questo monomarca gli appuntamenti sono oltre che nel Cross anche nell’Enduro e dalle prossime gare valide per il punteggio di classifica del Trofeo.

Il prossimo appuntamento con la E-Bike Cross è per il 29 maggio a Verolanuova (BS), ma il mondo dell’elettrico prima farà tappa in Versilia (LU) per l’enduro il 9 maggio.