Thomas Chareyre si aggiudica in Abruzzo la prima degli Internazionali Supermoto

Vincono Chareyre (S1), Bonnal (S2), Frassino (S3), Malone (S4), Furega (S5) e Andrenacci (SJ). La prima gara della stagione Supermoto è andata in scena oggi nello splendido scenario del Circuito Internazionale d’Abruzzo, incastonato tra i monti della Maiella ed il Mare Adriatico. L’avvio della stagione della Supermoto ha visto oltre 100 piloti iscritti e temperature ideali.

S1 – Thomas Charyere (TML30 Racing)

S1 gara 1 – Thomas Chareyre (TM L30 Racing) si è aggiudicato la gara inaugurale della stagione al termine di un entusiasmante duello ingaggiato con il compagno di squadra Marc Schmidt, scivolato a sei minuti dal termine del tempo regolamentare. Il tedesco si è dovuto accontentare del quarto posto, cedendo la piazza d’onore ad Elia Sammartin (Phoenix Racing), ottimo secondo, davanti a Diego Monticelli (TM L30 Racing).

S1 gara 2 – In gara due Marc Schmidt è scattato di nuovo davanti a tutti ma incappa in un errore a tre minuti dal termine, cadendo all’ingresso del tratto sterrato davanti a Chareyre che lo seguiva da vicino e che non riesce ad evitarlo, spegnendo così la sua TM. Il tedesco riesce comunque a mantenere la testa e a tagliare il traguardo precedendo il compagno e Sammartin terzo sotto la bandiera a scacchi.

Sul podio assoluto Chareyre (47 pt.) festeggia davanti a Schmidt (43 pt.) e a Sammartin (42 pt.), con Elia davanti a tutti nell’Italiano su Diego Monticelli (38 pt.) e Luca Daddato (Phoenix Racing, 32 pt.).

Miglior Rookie Yury Catherine (Honda Gazza Racing), sesto dell’assoluta.

S2 – Bonnal Steve (TM L30 Racing)

Gara 2 – Doppietta perentoria per Steve Bonnal (TM L30 Racing) che ha chiuso in entrambe le occasioni con un buon margine di vantaggio sugli avversari, dopo aver conquistato la pole position al mattino. Alle sue spalle ha concluso la doppia prova di Ortona il laziale Alessandro Labbate (Lucarini Racing Team) che ha preceduto sul podio Luigi Domenichini (VM Racing Yamaha) terzo di giornata con due terzi posti.

Bonnal comanda il Campionato a punteggio pieno (500 pt.) davanti a Labate (420 pt.), Domenichini (340 pt.), Piva (VM Racing Yamaha (250 pt.) e Di Cicco (220 pt.).

S3 – Frassino Matteo (Honda)

S3 (under 23)  – Matteo Frassino ha dominato la sua categoria con due primi posti, frutto di una gara perfetta. Una caduta nella seconda manche ha impedito a Nicolò Pontevichi (TM Team11) di conquistare il secondo posto, a beneficio di Jacopo Monti (Husqvarna), che ha concluso le due manche al quarto e al secondo posto, precedendo così il rivale con gli stessi punti.

In Campionato Frassino comanda con 50 punti davanti a Monti (40 pt.), Pontevichi (40 pt.), Montanino (Ktm) (36 pt.) e Bolognesi (Honda FRT Racing 2) (34 pt.).

S4 – Malone Marco (Honda FRT Racing 2)

S4 (On Road) – Grande duello tra Malone (Honda FRT Racing 2) e Vandi (TM L30 Racing) nella S4, con il primo, autore della pole position che si aggiudica entrambe le manche precedendo Jacopo Arduini (Honda Gazza Racing) in gara uno, mentre Vandi si stende al termine del primo giro, proprio mentre cercava un varco per passare il rivale e prendere la testa, chiudendo undicesimo dopo una buona rimonta, compromettendo però le sue possibilità di salire sul podio. Terzo della prima manche Alessandro Sanchioni (TM L30 Racing) che bissa il risultato nella seconda frazione, dietro Vandi, con Arduini quarto. Sul podio un Malone raggiante sale sul primo gradino, davanti a Arduini e Sanchioni.

Marco Malone comanda a punteggio pieno la classifica della classe On Road con 500 punti, su Arduini (350 pt.), terzo Alessandro Sanchioni (340 pt.), Kevin Vandi (285 pt.) e Matteo Baiocco (TM) (260 pt.).

S5 – Furega Marco (Honda)

S5 (over 40) – Vittoria di Marco Furega (Honda) davanti a Fabrizio Bartolini (Honda) che incappa in due forature, una al mattino e una in gara due, proprio mentre era al comando e si avviava a conquistare una bellissima doppietta. Furega, secondo nella prima frazione, si aggiudica la seconda e l’assoluta, precedendo sul podio Bartolini e Gabriele Gianola (Honda) che torna sul podio come un anno fa.

In Campionato Furega comanda con 47 lunghezze, davanti a Bartolini (45 punti), Gianola terzo (42 p.), quarto Davide Rosati (TM) (36 pt.) e William Scamarcia (Honda) quinto (32 pt.).

SJ – Andrenacci Emanuele (KTM)

SJ – Ben 24 i piloti iscritti nella Junior, classe che continua a crescere per numero e livello dei pilotini in pista, molto motivati a mettersi in luce. A vincere è stato Emanuele Andrenacci (Ktm) imprendibile per chiunque in gara uno e secondo in gara due, dopo un lungo duello con Christian Pucci (Ktm), vincitore della seconda frazione ma penalizzato di 15 secondi nella prima a causa di una partenza anticipata e retrocesso così in quinta posizione. Fantastica la prova di Luana Giuliani (Ktm) che chiude sul secondo gradino del podio dopo il secondo posto della prima frazione ed il terzo della seconda, al termine di un infinito duello con Patrizio Barucca (Ktm Pizziconi Racing Team).

In campionato Andrenacci comanda con 47 punti davanti a Giuliani (42p.) e Pucci (41p.).

Nella 65 vince il pilota di casa, Gabriel Di Lorenzo (Ktm), precedendo sul podio Matteo Molteni (Ktm) e Nathan Terraneo (Husqvarna).

Il prossimo appuntamento è in programma per il 9 maggio a Ottobiano (PV), con il secondo round degli Internazionali d’Italia Supermoto.