Ferruccio Zanchi: “All’ultima finale MX al Santa Barbara sono successe tante cose che non voglio ricordare più…”

Ferruccio Zanchi è il pilota del giorno di MxCircus. Ferruccio, classe 2006, abita nel territorio fiorentino di San Casciano Val di Pesa, ha corso l’ultima stagione con una Husqvarna TC 85cc con il team Maddii e correrà quest’anno con una Yamaha YZ 125 con i colori del MJC Yamaha Europe e del Moto Club Bonanni. A Ferruccio, oltre alle moto, piace andare in bici, mountain-bike o corsa, gli piace tantissimo sciare e poi andare a girare con i go-kart, ama, insomma, fare le cose che gli danno brivido e adrenalina.

Ferruccio, come è andata la tua stagione sportiva 2020?

F.Z.: “Questa stagione sportiva del 2020 non è stata una delle migliori, soprattutto per il virus che mi ha impedito di partecipare al campionato europeo, che era un po’ l’obbiettivo più importante dell’anno.

Dopo l’annullamento di quest’ultimo eravamo incerti se continuare con l’85 o finire la stagione partecipando al campionato italiano con il 125, infatti il periodo subito dopo il lockdown ho girato tanto con il 125.

Solo 3 settimane prima della selettiva di campionato italiano sono rimontato con poca voglia sulla 85. Il campionato si è svolto in crescendo gara dopo gara, solo che alla prima finale dell’italiano ad Esanatoglia dopo una splendida vittoria in gara-1, in gara-2 sono rimasto fermo al cancello, sono ripartito ultimo e sono arrivato 4°, per un secondo assoluto, quella è stata una delle gare più divertenti che abbia mai fatto.

L’ultima finale al Santa Barbara di San Miniato sono successe tante cose, di cui non voglio parlare e ricordare più, sono cose che nello sport non devono succedere e se succedono bisogna ammettere di avere sbagliato. Comunque ho finito il campionato in 2a posizione. Infine ho avuto l’opportunità di essere al via all’EMX125 a Mantova, per me è stata un’esperienza bellissima, sono riuscito a prendere un punto e accumulare esperienza per il 2021”.

Qual è un punto di forza che ti avvantaggia nei confronti di altri piloti?
F.Z.: “Punto di forza: la mia determinazione nel voler raggiungere i miei obiettivi. Poi in partenza sono abbastanza reattivo. Posso migliorare”.

In cosa ti senti di dover migliorare per il futuro?

F.Z.: “Mi sento di poter migliorare in tutto e di avere ancora margine rispetto a quello che ho fatto fin ad ora.

Quali sono i tuoi programmi per la prossima stagione?

F.Z.: “Per la prossima stagione sarò schierato con il mio nuovo Team agli Internazionali d’Italia MX, all’EMX125, al campionato italiano e altre gare in Francia e Olanda”.

Chi ti segue alle gare?

F.Z.: “Fino ad ora alle gare ho sempre avuto la mia famiglia che è il mio primo supporter. La moto la segue il mio babbo però da quest’anno alle gare ci sarà il super meccanico del Team”.

Devi ringraziare qualcuno?

F.Z.: “Si, ringrazio il mio coach Jacky Vimond che per la mia crescita è stato ed è fondamentale, Yamaha e il Team MJC per la grande opportunità che mi hanno offerto per i prossimi anni, i miei sponsor tra cui Giampiero Gonnella, il mio Moto Club Bonanni e la mia famiglia in particolare mia sorella Fiamma e mio fratello Didi che mi tifano e mi incoraggiano sempre”.