Marco Paganini: “Dopo l’ultimo infortunio per me non è stato facile organizzare la stagione 2021”

Parliamo oggi di Marco Paganini, Marco è un pilota di motocross veneto di 27 anni, di Trevignano, correrà con una Honda 2021 con il team Krosteam Lunardi Racing ed i colori del Moto Club Gaerne. Si trova a suo agio sui terreni duri perché, come lui stesso afferma: “perché fin da piccolo mi sono abituato a girare in questo tipo di piste date che nella mia zona c’è questo terreno però mi diverto anche nella sabbia”. Tra gli altri hobby ci sono principalmente calcio e sci ma si adatta a tutti i tipi si sport.

Marco, facci un breve riassunto della tua carriera in moto.

M.P.: “Ho iniziato ad andare in moto a 5 anni quando i miei genitori mi hanno regalato la prima moto per il mio compleanno, poi non ho più smesso. Nei minicross ho vinto un campionato regionale, ho terminato più volte nei primi 5 al campionato italiano e vari risultati nei primi 10 posti al campionato europeo con un 3º posto come migliore risultato.

Quando sono passato tra i “grandi” ho vinto 2 volte il campionato regionale, sono arrivato 2º al campionato italiano Under 21 MX2 e sono arrivato 7º agli internazionali d’Italia MX2”.

Che stagione è stata per te quella del 2020?

M.P.: “Nella stagione 2020 ho avuto un po’ di alti e bassi. Nonostante a causa dell’emergenza Covid la maggior parte delle gare siano state spostate in autunno, periodo in cui sono più impegnato nel mio lavoro, sono riuscito a vincere l’assoluta del campionato Nord Est. 

Nel campionato italiano, dopo che era partito con un 3º posto alla prima gara, ho dovuto saltare le successive due gare causa impegni lavorativi, e all’ultima gara di Cingoli dopo un 3º posto in gara-1, in gara-2 sono caduto fratturandomi la vertebra D6”.

Qual è un punto di forza che ti avvantaggia nei confronti di altri piloti?

M.P.: “Nelle partenze molto spesso riesco a partire davanti e questo sicuramente mi aiuta”.

In cosa ti senti di dover migliorare per il futuro?
M.P.: “In futuro vorrei riuscire ad avere un po’ di continuità visto che negli ultimi anni spesso mi sono infortunato. Nella guida vorrei migliorare la mia fluidità in curva”.

Quali sono i tuoi programmi e le ambizioni per la prossima stagione? 

M.P.: “Dopo l’ultimo infortunio per me non è stato facile organizzare la stagione 2021, cercherò di pensare gara per gara cercando di ottenere il miglior risultato possibile e poi a fine anno tirerò le somme. Parteciperò comunque al campionato italiano Prestige MX1 e al campionato Nord Est MX1”.

Chi ti segue alle gare?

M.P.: “Alle gare mi seguono i miei genitori, la mia ragazza Julia e il mio meccanico Ivan”.