Daniel Camotti: per il 2021 farò ancora parte della squadra di Lancini

Daniel Camotti, 27enne di Castelli Calepio nel territorio bergamasco, ha iniziato la sua attività crossistica a 8 anni e quest’anno, purtroppo, a causa della pandemia ha disputato poche gare, ottenendo comunque eccellenti risultati sportivi.

Il pilota lombardo corre con una Kawasaki 450 per il Motoclub e Team Green. Questo è quanto ci ha dichiarato Daniel:

Daniel, facci un resoconto della tua stagione sportiva. Com’è andata?

D.C.: “E stata una stagione molto breve a causa di questo virus che ci ha lasciato disputare a febbraio solamente la gara in memoria di Maikol Signani, per poi tenerci fermi per alcuni mesi. Tutto sommato la stagione è andata abbastanza bene nonostante ci sia stata qualche scivolata e qualche problemino alla moto, che non hanno influito sul risultato alla fine del campionato dove tuttavia ci ha permesso di portare a casa la prima posizione della categoria Rider MX1”.

Qual è un punto di forza che ti avvantaggia nei confronti di altri piloti?

D.C.: “Sinceramente non sento di avere vantaggi rispetto ad altri piloti, anzi c’è ancora tanto da imparare secondo me e in ogni gara impari sempre qualcosa di nuovo dagli avversari”.

In cosa ti senti di dover migliorare per il futuro?

D.C.: “In futuro dovrei migliorare molto sulle partenze e sicuramente anche sulla tenuta fisica della moto per tutto il tempo della manche”.

Quali sono i tuoi programmi per la prossima stagione? Quali gare disputerai?

D.C.: “Per la stagione 2021 farò ancora parte della squadra di Lancini e disputerò il campionato regionale FMI nella categoria Fast MX1”.

Chi ti segue alle gare?     

D.C.: “Alle gare sono sempre presenti, ovviamente, mio papà, il meccanico Istref Lancini e i miei due supporter e compagni di allenamenti Mauro Piantoni e Ronny Lancini”.

Devi ringraziare qualcuno?

D.C.: “In primis devo soprattutto ringraziare i miei genitori che mi hanno permesso di fare tutto questo, i meccanici Aldo Lancini e Istref Lancini che mi aiutano durante tutto l’anno sportivo e Mauro Piantoni che mette sempre a disposizione la sua moto come seconda moto in caso di problemi durante le gare”.

Ciao a tutti, ci vediamo nel 2021