Giorgia Blasigh: “… assieme a Kiara Fontanesi è stato come vivere un sogno”!

Due battute per conoscere meglio Giorgia Blasigh, giovane, graziosa e pure tosta! Giorgia è nata a Padova ma abita in provincia di Venezia, è affiliata al Moto Club AM Crociati Parma e corre con una Ktm 125 del Team MX Fonta Racing.
Giorgia è una ragazza di 14 anni che ama lo sport e non potrebbe mai vivere senza! Si è accorta di questa cosa durante l’anno sabbatico che ha osservato stando lontana dalle competizioni, durante il quale si è dedicata molto allo studio, ma senza troppo successo avendo sempre avuto in mente la moto e le corse. Quando non si allena le piace stare con la sua famiglia. Ha tantissimi amici motociclisti e sente che le vogliono molto bene, soprattutto quelli più grandi di lei! La chiamano “Giorgina” perché è sempre stata la più piccola del gruppo e per lei si fanno in quattro per darle consigli.

Ho subito iniziato la mia attività sportiva partecipando al campionato italiano motocross junior – esordisce Giorgia – e qualche prova di europeo fino a che, nel 2018, ho vinto il titolo di Campionessa Italiana negli Internazionali d’Italia Supermarecross su sabbia categoria 85cc”.

 

Giorgia, prima, durante e dopo il periodo Covid, sei riuscita a mantenere bene il tuo allenamento?

Arrivavo da un anno e mezzo di stop perché avevo bisogno di riflettere sul mio percorso di vita ed ho preso la decisione di risalire in moto poco prima del periodo di lockdown. Durante il blocco ho avuto la possibilità di allenarmi fisicamente a casa attraverso il supporto di Devin Parenti, preparatore del Team MX Fontaracing che mi supporta tutti i giorni. Solo in seguito al lockdown ho avuto l’onore di salire per la prima volta sul mio Ktm 125 assieme a Kiara Fontanesi ed è stato come vivere un sogno”!

Il 2020 è iniziato abbastanza bene per te con il bel debutto tricolore a Castellarano dove ne sei uscita subito da leader in classe 2T

La prima gara mi serviva proprio per “rompere il ghiaccio” e rivivere le sensazioni che non provavo da tempo. Sembrava un’esperienza nuova perché ero molto tesa e l’ambiente del motocross femminile era del tutto nuovo per me! Come ho detto prima, arrivo da un lungo periodo di lontananza dalla moto e non ho ancora molte ore di allenamento quindi mi ritengo soddisfatta della prima gara ma l’obbiettivo è di migliorare giorno per giorno”.

Hai già avuto modo di provare il Ktm 250?

Sono molto curiosa di come sarà ma non ho ancora avuto modo di provarla perché voglio prima prendere il giusto feeling con la 125”.

Domenica al Galaello sarà un bellissimo spettacolo, pista tosta e voglia di salire ancora la graduatoria, immaginiamo?

Per quest’anno non ho nessuna aspettativa nel risultato ma voglio solo divertirmi e fare esperienza. La pista è molto tecnica ed è uno di quei tracciati che mi mette sempre a dura prova”!

Come ti trovi nel MX Fonta Racing, noti già dei progressi rispetto a prima?

Sono certa che non potevo trovare un team migliore perché è una vera famiglia che mi fa sentire bene senza farmi mai mancare nulla. Ogni giorno noto dei piccoli progressi sia in moto che in palestra grazie all’impegno di tutti”.

Oltre al campionato italiano hai previsto di partecipare anche ad altre manifestazioni?

Quest’anno ho iniziato tardi gli allenamenti quindi non abbiamo fatto grandi programmi e vedremo quali gare affrontare in base alla mia preparazione; se per altre gare intendi anche il Mondiale Femminile, non potrò comunque partecipare fino a che non avrò compiuto 15 anni e dovrò quindi aspettare il 12 ottobre di quest’anno, e poi vedremo”.

Quali obiettivi ti sei posta per questo 2020?

Divertirmi e godermi questa grande opportunità che Kiara e tutto il team mi ha dato cercando di imparare più cose possibili e migliorare ogni giorno”.

Si può resistere senza poter andare in moto?
Non so che vita sarebbe ma devo dire che ho provato a stare lontana dalle moto per un anno ed è stato davvero difficile”!

Da sportiva, qual è il tuo sogno nel cassetto?

Sto già realizzando un mio sogno dato che mi alleno assieme al mio idolo Kiara Fontanesi ed è normale che l’obbiettivo di noi atleti è quello di migliorarci sempre per raggiungere il massimo dei risultati”.

Devi ringraziare qualcuno?

Tutti coloro che credono in me partendo dalla famiglia e soprattutto mio fratello Alberto che ha 10 anni e mi vede solo nei weekend perché dal lunedì al venerdì io vivo a Parma dove c’è il Team MXFONTARACING. Naturalmente devo ringraziare tutti i componenti della famiglia Fontanesi per avermi dato questa grande opportunità ed i meccanici per seguirmi come se fossi una figlia ed una sorella”.

MXCircus

GRATIS
VIEW