Intervista Valter Barbero (Amministratore Unico Newfren)

Intervista Valter Barbero (Amministratore Unico Newfren)


Qual’è l’immagine o l’episodio che le è rimasto impresso in questo periodo di lockdown?

V.B.: “Un’azienda che produce è rumorosa. La macchina che al laser intaglia le lastre, le frese rettificano le ganasce, le presse che aprono e chiudono le loro bocche producendo pastiglie.

Il giorno in cui il lock down iniziò, sui reparti calò un’atmosfera quasi surreale. Tutto silenzioso, tutto fermo all’improvviso senza preamboli.

Solo durante la pausa feriale estiva, i reparti vivono un momento di blocco; quel momento di blocco però non è “agghiacciante e grigio” come quello che stavamo vivendo perché è illuminato dal sole d’agosto e dai commiati dei colleghi che ricchi di aspettative per l’agognato riposo lasciano con entusiasmo lo stabilimento.

Quel silenzio infernale rimpinguato dalle notizie scioccanti sulla diffusione del Covid difficilmente lo dimenticherò”.

Che cosa le resta di questa difficile esperienza, come uomo e come imprenditore?
V.B.: “Delle settimane passate ad ascoltare attentamente gli sviluppi, a ponderare i rischi che chi entrava in azienda stava scegliendo di correre, a cercare soluzioni per far fronte all’arresto delle attività rimane in primis il senso di impreparazione.

Nessuna scuola, nessun corso può preparare ad affrontare una situazione di emergenza tale. Nessuna delle attività che tutti i giorni si fanno per pianificare il futuro è adeguata.

Ancora oggi stiamo facendo del nostro meglio per ripianificare le necessità e far fronte alle difficoltà che un lock down di fatturato così hanno caricato sulle spalle di tutti gli imprenditori.

Ogni giorno è una scoperta e la ricerca di una soluzione”.

Come è stato il suo rapporto con i motociclisti in queste settimane?

V.B.: “Per Newfren che è un costruttore non è così usuale dialogare con l’utilizzatore finale ma in queste settimane grazie ai social media abbiamo potuto dialogare con gli appassionati. Abbiamo messo a disposizione il nostro comparto qualità per assistere chiunque avesse bisogno di assistenza tecnica o cercasse un consiglio sul prodotto più adatto alle sue esigenze.

Si è aperto un canale che certamente non chiuderemo più”.

Vi sono strategie, iniziative o promozioni che intendete attuare in occasione della ripartenza dell’attività sportiva?

V.B.: “La ripartenza e non solo quella sportiva, la vediamo strettamente legata alle due ruote perché sia che della motocicletta se ne faccia un uso cittadino, sia che se ne faccia un uso sportivo, è una garanzia di distanziamento sociale”.


Secondo lei servono impegni concreti e strategie da parte del Governo per la ripartenza delle attività imprenditoriali sul territorio nazionale?

V.B.: “Tutti i comparti industriali stanno chiedendo al governo di offrire supporto per la ripartenza. Noi delle due ruote, però, siamo per la società una validissima alternativa al trasporto pubblico che in questa fase è un nodo focale del rischio ricaduta.

Per questa ragione Newfren, che è parte dell’Associazione Nazionale Confindustria Ancma, attraverso il canale istituzionale sta chiedendo al governo incentivi pratici che possano aiutare l’utilizzatore delle due ruote.
Stiamo pensando ad incentivi sui bolli, sulle assicurazioni, sulle manutenzioni ed ancora sull’acquisto”.

MXCircus

GRATIS
VIEW