Intervista Francesca De Lai (Titolare Action Power)

Intervista Francesca De Lai (Titolare Action Power)


Qual è l’immagine o l’episodio che le è rimasto impresso in questo periodo di lockdown?

F.D.L.: “#Distantimauniti è sicuramente l’immagine che più si è focalizzata nella mia testa. L’emergenza sanitaria ci ha costretto a rimanere distanti fisicamente ma uniti nello spirito, quello spirito battagliero che lega il mondo del motociclismo. Ho visto piloti avversari in pista ma uniti nell’emergenza e nell’affrontare questo periodo. Sai, per un pilota non è facile non salire in sella ma i tanti messaggi sui social di piloti professionisti hanno creato un accordo generale che è stato seguito poi da tutti gli altri”.


Che cosa le resta di questa difficile esperienza, come donna e come imprenditrice?

F.D.L.: Molte sfide ho affrontato nella mia vita come donna, purtroppo non sempre piacevoli, ma questa pandemia, però, è stata una sfida “strana”, una sfida contro un nemico invisibile! Ho avuto, non lo nego, momenti di sconforto, ma ho sempre trovato rifugio nella mia splendida famiglia, mio marito e i miei tre meravigliosi figli, che con me hanno sempre condiviso tutto. Dicono… l’unione fa la forza! Come imprenditrice posso dire di aver sperimentato l’incertezza, la rabbia, la tristezza… soprattutto nel vedere i nostri prodotti fermi in magazzino, i nostri mezzi parcheggiati, i piloti a casa e le piste chiuse, situazioni spiacevoli, ma ho imparato a non mollare, a non lasciare che gli eventi mi inibiscano ma che mi rafforzino. Quindi pronti a ripartire più forti di prima e… molte novità all’orizzonte”.

 

Come è stato il suo rapporto con i motociclisti in queste settimane?

F.D.L.: “Ho deciso di chiudere l’azienda a fine febbraio per proteggere i miei collaboratori, quindi da un punto di vista lavorativo siamo stati fermi per oltre due mesi. Chiaramente siamo stati attivi sui vari social, abbiamo lavorato in smart working e abbiamo sentito giornalmente clienti, piloti e team manager e ci hanno detto la stessa frase: “non vediamo l’ora di ripartire”. E’ stato bello sentire la volontà di resistere e andare avanti nonostante tutto. Sono cose che ti danno la carica. I motociclisti sono fatti di una pasta speciale. Non si molla”.

 

Vi sono strategie, iniziative o promozioni che intendete attuare in occasione della ripartenza dell’attività sportiva?

F.D.L.: Dal 4 Maggio abbiamo riaperto i battenti e giorno dopo giorno stiamo monitorando il mercato. Sicuramente se i piloti ritorneranno ad allenarsi si avrà un effetto positivo sul mercato ma è presto per fare azioni di marketing. Stiamo studiando delle presenze in pista e dei test prodotto per far toccare con mano i nostri prodotti ai piloti”.

 

Secondo lei servono impegni concreti e strategie da parte del Governo per la ripartenza delle attività imprenditoriali sul territorio nazionale?

F.D.L.: “Sicuramente il Governo dovrebbe realizzare azioni concrete e veloci. Come cittadini Italiani paghiamo molte tasse e uno si aspetta che in momento di crisi il Governo porti aiuti reali. Ad oggi abbiamo molte promesse ma pochi fatti. Abbiamo dimostrato di ascoltare tutto quello che ci veniva comunicato ma forse ora sarebbe meglio dare un po’ di fiducia ai cittadini. Un passo semplice da fare ora è quello di eliminare molta burocrazia che frena chi ha voglia di agire. Se il Governo ci permette di lavorare saremo ancora noi Italiani a risollevare il paese”.

MXCircus

GRATIS
VIEW