Chiusura in crescendo negli Internazionali MX per Lapucci e lo Steels Dr Jack Fly Over

Esordio tutto sommato positivo quello di Bindi negli Internazionali d’Italia MX a Mantova. L’alfiere del Team Factory Paolucci Racing centra sempre la qualifica nel gruppo A ma in gara commette qualche errore di troppo e non raccoglie i risultati sperati. A Mantova, Lippolis esordisce nella 125.

Gli Internazionali d’Italia Motocross è un mini campionato molto impegnativo che ogni anno apre ufficialmente la nuova stagione agonistica e la qualità dei piloti che vi prende parte è di tutto rispetto.

La classe 125 è generalmente la più combattuta e riuscire solo a qualificarsi nel gruppo dei quaranta piloti più veloci non è cosa semplice, soprattutto su tracciati ostici come quelli che erano in calendario quest’anno, tutti caratterizzati da fondo prettamente sabbioso e dove la piccola ottavo di litro 2T fatica particolarmente.

L’unico rappresentante del team umbro Factory Paolucci Racing era il giovane Riccardo Bindi, in sella alla sua Ktm SX125. Nonostante la tensione causata dal prendere parte per la prima volta ad una serie così importante, Riccardo è riuscito sempre a qualificarsi nel gruppo dei più forti. Purtroppo poi, la tensione, la poca esperienza in gare così importanti e una condizione fisica ancora non al top lo hanno indotto a commettere qualche errore di troppo ma il toscano ha dimostrato una buona velocità.

In occasione della prima prova di Riola Sardo, in Sardegna, Riccardo si qualifica 18°. In gara-1 la sua corsa si conclude con un discreto 14° posto; in gara-2 la stanchezza prende il sopravvento e Riccardo preferisce non rischiare su un tracciato insidioso, dove l’errore si paga caro.

Il secondo round, si tiene sul tracciato di Ottobiano, nella provincia pavese. Dal caldo sole della Sardegna si passa al freddo e alla nebbia della Lombardia. Le condizioni in pista sono estreme ma nonostante le difficoltà Riccardo centra nuovamente la qualifica nel gruppo A con il 17° tempo del suo gruppo. Nelle due frazioni di gara, rimedia un ritiro in gara-1 dopo una caduta ed un 31° posto in gara-2,  manche quest’ultima condizionata dai dolori al fianco derivanti dalla precedente caduta.

La settimana seguente, l’epilogo del campionato si tiene sul tracciato mantovano del ‘Tazio Nuvolari’, teatro di tanti GP. Le condizioni climatiche sono nettamente migliori rispetto al precedente weekend e al termine della sessione cronometrata, Riccardo si qualifica con il 19° tempo del suo gruppo. In entrambe le manche il pilota parte bene e sembra poter tenere un passo gara da ‘top 15’ ma un errore in gara-1 e un contatto in gara-2 lo fanno precipitare in fondo al gruppo ed entrambe le sue manche si concludono nelle retrovie. In questo round, fa il suo esordio stagionale anche Giovanni Lippolis. Con il 24° tempo del suo gruppo in qualifica, entra nel gruppo B e nelle due gare, ottiene un 12° ed un buon 5° posto.

Giunto al termine questo trittico di gare, il prossimo importante appuntamento per il Team Factory Paolucci Racing si terrà nel secondo weekend di Aprile quando in Calabria, prenderanno il via le Selettive Area Centro/Sud del Campionato Italia Motocross Junior.

Riccardo Bindi #153: “A Riola Sardo, prima gara dell’anno, sono sceso in pista un po’ teso, soprattutto nelle prove cronometrate. Nonostante tutto ho fatto un discreto tempo. Nella prima manche sono partito bene ed ho tenuto un buon ritmo sino a metà gara. Poi fisicamente sono calato ed ho concluso 14°. Nella seconda frazione sono partito altrettanto bene, ero a ridosso della ‘top 5’, ma l’affaticamento si è fatto sentire ed ho preferito non rischiare, optando così per il ritiro. Nella seguente prova di Ottobiano, sin dalle qualifiche ho avuto qualche problema, sia per la tensione che per la nebbia, che riduceva di molto la visibilità. Gara 1 è stata condizionata da una brutta partenza; inoltre, mentre ero in fase di recupero sono caduto e mi sono dovuto ritirare. In gara 2 non sono riuscito a migliorarmi in partenza ma nonostante il dolore ad un fianco derivante dalla caduta nella prima frazione, ho tenuto duro e ho concluso la corsa. Non sono constato contento del risultato e spero di rifarmi nel prossimo round. A Mantova la mia qualifica non è stata delle migliori. In gara 1 ero 10° quando sono caduto all’atterraggio del triplo e da li in poi ho faticato a recuperare, chiudendo dietro. Gara 2 è stata la fotocopia della precedente manche. Ero 14° quando mi sono toccato con un avversario e sono caduto. Ripartito dietro, ho poi chiuso nelle retrovie”.

ph G.Passera

MXCircus

GRATIS
VIEW