Superenduro: in Ungheria Billy Bolt prolunga la sua imbattibilità

Cementando la sua posizione di uomo da battere in questo campionato del mondo FIM SuperEnduro, il pilota Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing Billy Bolt ha corso un’altra gara maiuscola nel penultimo round di campionato, a Budapest. Con due vittorie nelle tre manche, l’inglese ha aumentato il suo margine in classifica di campionato, quando manca una sola gara alla conclusione. Al termine di una serata di alti e bassi, il suo compagno di team Alfredo Gómez ha saputo cogliere il terzo posto in Gara3, per il quarto posto finale.

Dopo aver ripreso la tabella rossa nella scorsa gara, in Spagna, Billy Bolt è arrivato in Ungheria determinato a costruire su quella prestazione. Sapendo che la sua velocità non era in discussione, il pilota della Husqvarna FE 350 si è concentrato sul minimizzare gli errori che lo avevano rallentato nei round precedenti, ottenendo una serata di ottimi risultati.

Stabilendo immediatamente il passo da battere, Bolt ha centrato la SuperPole realizzando il giro veloce. Dopo essere partito nei primi tre in Gara1, un errore sulle pietre al quinto giro gli ha fatto perdere terreno dalla testa di gara; si è lanciato in rimonta, ma un nuovo errore lo ha costretto ad accontentarsi del terzo posto.

Ritrovata la concentrazione in vista della seconda parte della serata, Bolt è tornato in pista per le altre due manche motivato a mostrare la sua velocità. Dopo essere risalito senza fretta attraverso il gruppo in Gara2, ha preso il comando delle operazioni alla fine del primo giro e non l’ha più lasciato, vincendo con un enorme distacco di 22 secondi sul più vicino inseguitore. Bolt ha poi controllato anche la terza e ultima finale, portandosi in testa al secondo giro per poi tagliare il traguardo con 23 secondi di margine.

Billy Bolt:Sono venuto qui per mostrare un pilota diverso. Spesso faccio errori e affretto troppo le cose in pista, ma ho lavorato molto per essere più fluido, veloce e soprattutto paziente. Francamente in Gara1 ho commesso comunque troppi errori, e ho buttato via un risultato che poteva essere migliore del terzo posto. Ma mi sono poi ripreso nel resto della serata. Ho scelto il momento giusto per attaccare, e sono riuscito a vincere con margine entrambe le altre gare. Ho fatto vedere che la velocità c’è sempre, ma soprattutto ho aggiunto al mio pacchetto un po’ di costanza. Ora arriviamo all’ultima tappa di campionato in Polonia con un buon margine, sperando di portare a casa questo titolo mondiale”.

Nonostante un tracciato favorevole e una buona velocità, Alfredo Gómez ha faticato nelle prime due gare. Una caduta alla prima curva di Gara1 lo ha costretto a fare gli straordinari, rimontando fino al quinto posto. Bloccato nel traffico per gran parte di Gara2, lo spagnolo è stato di nuovo costretto ad accontentarsi della sesta piazza. Motivato a concludere la serata in modo positivo, Alfredo si è fatto strada fino al terzo posto al giro di boa, mettendo nel mirino la seconda posizione. Riducendo la distanza dal pilota davanti a lui giro dopo giro, il pilota della TE 300i ha insidiato l’avversario fino all’ultima curva, chiudendo terzo.

Alfredo Gómez:Le prime due finali sono state difficili. In Gara1 sono partito subito dopo la partenza finendo nelle retrovie. Il tracciato mi piaceva, ma recuperare posizioni non era facile; comunque sono riuscito a fare quinto. In Gara2 partivo dalla seconda fila, non certo una buona posizione, e di nuovo sono rimasto intrappolato nel traffico. Il sesto posto è il meglio che sono riuscito a fare. Ma sono contento di aver mostrato il mio potenziale in Gara3: sono partito bene mettendomi quasi subito in terza piazza, e sono arrivato a un soffio dalla seconda”.

Il campionato del mondo FIM SuperEnduro si concluderà con il quinto round a Lodz, in Polonia, il prossimo 14 marzo.

Risultati – Campionato del mondo SuperEnduro, Round 4

Classifica finale: 1. Billy Bolt (Husqvarna) 58 punti; 2. Jonny Walker (Ktm) 56 punti; 3. Taddy Blazusiak (Ktm) 46 punti; 4. Alfredo Gómez (Husqvarna) 35 punti; 5. Pol Tarres (Husqvarna) 29 punti…

Gara-1: 1. Jonny Walker (Ktm) 10 giri, 7:08.810; 2. Taddy Blazusiak (Ktm) 7:16.956; 3. Billy Bolt (Husqvarna) 7:21.811; 4. Will Hoare (Ktm) 9 giri, 7:11.130; 5. Alfredo Gómez (Husqvarna) 7:22.143…

Gara-2: 1. Billy Bolt (Husqvarna) 10 giri, 7:20.134; 2. Jonny Walker (Ktm) 7:42.688; 3. Taddy Blazusiak (Ktm) 7:55.681; 4. Pol Tarres (Husqvarna) 8:04.583; 5. Blake Gutzeit (Husqvarna) 8:04.845; 6. Alfredo Gómez (Husqvarna) 9 giri, 7:21.712…

Gara-3: 1. Billy Bolt (Husqvarna) 10 giri 7:12.165; 2. Jonny Walker (Ktm) 7:35.362 +23.197; 3. Alfredo Gómez (Husqvarna) 7:37.353 +25.188; 4. Taddy Blazusiak (Ktm) 7:45.441 +33.276; 5. Blake Gutzeit (Husqvarna) 7:26.428 +1 giro…

 Classifica di campionato (dopo 4 gare su 5): 1. Billy Bolt (Husqvarna) 227 punti; 2. Taddy Blazusiak (Ktm) 209 punti; 3. Jonny Walker (Ktm) 192 punti; 4. Alfredo Gómez (Husqvarna) 161 punti; 5. Blake Gutzeit (Husqvarna) 112 punti…

MXCircus

GRATIS
VIEW