Grande attesa per la prima degli Internazionali di cross in Sardegna il 26 gennaio

Il primo start per il motocross in Europa compete ormai da anni agli Internazionali d’Italia.

Sarà ancora la Sardegna e ancora la pista di Riola Sardo, il 26 gennaio, a dare il via a quello che viene considerato un must di avvio stagione. La Serie, ancora titolata EICMA, è composta dalle tre gare canoniche consecutive, e dopo l’avvio sulla sponda occidentale dell’Isola, approda in continente per il secondo e terzo round, entrambi in Lombardia: il 2 febbraio a Ottobiano (PV) e il 9 febbraio a Mantova.

Le tre prove, che precedono di poche settimane l’inizio della MXGP, sono ormai ritenute utili, se non necessarie, per affrontare preparati l’intera stagione dei Gran Premi. L’inizio sarà duro sulla sabbia di Riola dove ci si muove disarmonicamente ad ogni passaggio, e dopo pochi giri il circuito prende forme infernali, derivanti dalla dissimile azione che la frenata o la diversa velocità di trazione delle moto esercitano sul fondo.

Il risultato è un susseguirsi di whoops naturalmente irregolari, di wave di varia conformazione e di canali profondissimi disseminati in punti differenti, laddove per andare veloci bisogna essere davvero bravi a non sprofondare, anzi, è necessario saper “galleggiare” come Tony Cairoli (Red Bull KTM Factory Racing) e pochi altri hanno saputo fare negli ultimi anni.

Così si spiega anche lo stuolo di tecnici giapponesi presenti al seguito del Team HRC di Giacomo Gariboldi, intenti a far stressare in condizioni davvero uniche le “nuove” Honda Factory da Tim Gajser e Mitchell Evans, e quelle del team 114 Motorsports degli australiani esordienti Bailey Malkiewicz e Nathan Crawford, gestite da Livia Lancelot nella MX2, che faranno il loro debutto in gara proprio sulla sabbia sarda.

Il team Monster Energy Yamaha Factory MXGP, schiererà Gautier Paulin e Jeremy Seewer in sella alle potenti 450 supervisionate direttamente dai tecnici di Rinaldi per conto della casa dei tre diapason. Debutto in Sardegna per il team Monster Energy Kawasaki Racing Team con Clement Desalle (che non ha mai corso in Sardegna) e con il sempre presente Romain Febvre, che però esordirà sulla “verdona” cambiando per la prima volta il numero da quando corre nel mondiale, passando dal 461 al 3 (lo stesso di Tomac, ndr). Non mancherà al confronto il Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing con Arminas Jasikonis e Pauls Jonass.

L’elenco ufficiale degli iscritti delle tre classi (125/MX2/MX1) e tutte le info sono disponibili e aggiornate sul sito www.offroadproracing.it

Il Campionato sarà trasmesso in diretta streaming su www.offroadproracing.it (YT e FB) e sono programmati servizi in post produzione su RAISPORT, tre highlights, ciascuno di 60’ il giovedì sera.

MXCircus

GRATIS
VIEW