Luca Ruffini nel 2020 punta a divertirsi …vincendo!

Questo sarà l’anno del riscatto per Luca Ruffini, il quindicenne pilota di enduro e motocross che correrà quest’anno supportato da Fabio Ferrari: Iron 412Mx School in collaborazione con Mtamxracing.

Luca è nato a Bergamo nell’ottobre del 2004 ed è tuttora studente per diventare perito meccanico. Corre con i colori del Moto Club Berbenno (che ringrazia per il sostegno).
Dopo la stagione 2019 in sella alla Yamaha del Team Ceres71, quest’anno il bergamasco sarà assistito da MTA MX Racing di Diego Alberini e correrà come unico pilota in sella alla 125cc.

Allora Luca, come ti stai allenando per la prossima stagione?
L.R.: “Per gli allenamenti prediligo la moto, però mi alleno anche in palestra o in bici sempre seguito dal mio trainer atletico Stefano Barbieri.
Mi sento abbastanza in forma. Da agosto scorso, inoltre, mi alleno in moto con Fabio Ferrari Iron412 MX School, che mi seguirà anche a tutte le gare che disputerò durante questa stagione
”.

Come ti sei appassionato alla moto?

L.R.: “Il mio papà, appassionato di moto, mi ha messo in sella sin da piccolo, ho iniziato con il minienduro nel 2011 e poi sono passato al motocross nel 2015”.

Chi è il tuo idolo come pilota?

L.R.: “Prado, perché è giovanissimo ed è un esempio di velocità, stile e umiltà”.

Cosa c’è scritto nel tuo curriculum da pilota?
L.R.: “Ho ottenuto un primo posto al campionato regionale enduro 65cc nel 2014, poi ho fatto terzo all’italiano di Enduro nel 2012 in classe 65cc e terzo anche all’italiano di Enduro 85cc nel 2016, così come nell’85 Junior Motocross nel 2016.
Nel 2018 ho finito la stagione al secondo posto nel regionale Motocross 85 Senior e settimo nel tricolore sempre 85 Senior. Lo scorso anno ho finito quarto il regionale Motocross 125cc”.

Com’è andata la stagione 2019? 

L.R.: “La stagione 2019 è stata di transizione perché era il primo anno in classe 125. La delusione più grande è stata la mancata qualificazione alle finali dell’italiano Motocross. Poi il cambio di moto e altre cose mi hanno spezzato un po’ la stagione.

Positivo è stato il finale di stagione dove ho avuto la fortuna di essere ripescato nelle finali dell’Italiano Motocross e di partecipare nella compagine Lombarda al Trofeo delle Regioni dove ho fatto molta esperienza, che mi servirà per quest’anno.

Tutto sommato, positiva è stata anche l’ultima tappa del Supercross ad Eicma, dove la prima giornata ho finito sul podio al secondo posto con un ottimo passo”.

Nel 2020 quali campionati disputerai? 

L.R.: “Prenderò parte agli Internazionali d’Italia di Motocross, agli Internazionali d’Italia di Supercross, al Campionato Italiano Motocross 125 Junior e alle tappe italiane dell’Europeo della ottavo di litro”.

Quale obiettivo ti sei prefisso di raggiungere?

L.R.: “Spero innanzitutto di divertirmi e di finire nei primi 5 dell’italiano motocross, ma anche di puntare alla vittoria negli Internazionali d’Italia di Supercross. Sono obiettivi alti ma credo che ben allenato e con le mie moto possa riuscire a raggiungerli”.

Come pilota, quale soddisfazione vorresti toglierti?

L.R.: “Beh, credo che vincere un mondiale sia fighissimo ma nello stesso tempo credo sia anche difficilissimo.

Andare in moto è una passione perciò di base voglio divertirmi, poi se mi diverto arriveranno anche i risultati”.

Devi ringraziare qualcuno?

L.R.: “I miei genitori prima di tutto e poi tutti quelli che mi stanno aiutando per preparare la stagione 2020”.

 

MXCircus

GRATIS
VIEW