Tante sorprese per la prima giornata dell’Africa Eco Race 2020

Dopo una traversata tranquilla del Mediterraneo sul traghetto Smeralda Cruise, la carovana dell’Africa ECO Race 2020 è sbarcata ieri mattina, 7 gennaio, al terminal portuale di Tangeri. Ad accogliere i partecipanti un vero e proprio comitato di alto livello con la banda musicale e un buffet gigantesco e gustoso per la colazione..

Al punto da far esprimere ad Anthony Schlesser, presente in Marocco da lunedì per preparare le formalità doganali, una sincera soddisfazione: “Ci tengo tantissimo a ringraziare i responsabili della società Tangeri Med che hanno lavorato al nostro fianco per organizzare l’arrivo del rally. Nei 12 anni di esistenza dell’Africa ECO Race non abbiamo mai ricevuto un tal benvenuto al nostro arrivo in Marocco, né sul piano umano, né su quello amministrativo. Un’accoglienza così calorosa che resterà nei nostri cuori e nei nostri ricordi per tutta la settimana di permanenza in Marocco”.

In pochi minuti le formalità sono state espletate dai concorrenti e grazie a questa collaborazione la prima moto, quella del britannico, Lyndon Poskitt, alle 8, si è avviata sul trasferimento di 241 km verso Kenitra, una città costiera a una cinquantina di chilometri da Rabat, da dove è stato dato il via alla speciale, alle ore 11,31 precise.

MXCircus

GRATIS
VIEW