Partita la 12a edizione dell’Africa Eco Race

Per il quarto anno consecutivo, e come sempre in condizioni meteo ideali visto che la temperatura ha sfiorato i venti gradi, la città di Mentone in Francia ha accolto venerdì e sabato, 3 e 4 gennaio 2020, le verifiche amministrative e tecniche dell’Africa Eco Race 2020. Due giorni durante i quali circa 300 veicoli e 700 persone si sono sottoposte alle consuete formalità al fine di accreditarsi ufficialmente per far parte di questa grande avventura africana.

Jean Louis SCHLESSER, il boss del Rally, oggi pomeriggio ha fatto un giretto nel parco assistenza allestito allo Stade Rondelli:

Sono piuttosto soddisfatto di vedere che questa 12a edizione dell’Africa Eco Race ha portato ad una crescita e lo conferma il 20 per cento in più degli iscritti. Soprattutto ho constatato l’internazionalizzazione della gara e quest’anno abbiamo raggiunto la cifra record di ben 34 nazionalità diverse distribuite su ben 5 Continenti presenti in gara. Il numero delle moto inoltre è quasi raddoppiato rispetto al passato e la qualità dei piloti e dei team presenti continua a crescere. Il nostro paddock ora è davvero molto professionale. La corsa si annuncia appassionante per le due come per le quattro ruote senza dimenticare la categoria SSV che quest’anno avrà una sua classifica dedicata e che per questo motivo, sicuramente, ha visto raddoppiare il numero degli iscritti rispetto alla passata edizione. Credo inoltre che i 14 camion presenti, uno più bello dell’altro, si daranno battaglia fino all’ultimo metro regalandoci immagini spettacolari”.

Dopo le verifiche tutti i 140 equipaggi iscritti hanno raggiunto il parco chiuso, allestito come ormai tradizione ad Antoine 1°, e proprio da qui sabato sera, 4 gennaio, da un Principato di Monaco ancora sfavillante per i colori del Natale, la gara ha preso il via con una cerimonia che ha richiamato diverse migliaia di persone stipate accanto all’arco illuminato, di partenza.

Alle 19 precise sua Maestà serenissima, il Principe Alberto di Monaco, ha sollevato la bandiera monegasca per dare il via al pilota italiano, Alessandro BOTTURI, detentore del titolo nella categoria moto. Per poco più di un’ora e mezza i 140 veicoli hanno sfilato, pronti poi a rientrare a Mentone per raggiungere domenica mattina Savona e da lì imbarcarsi alla volta del Marocco. Ad attenderli un percorso di oltre 6000 chilometri di cui poco meno di 4000 di prove speciali sulle piste del Marocco, la Mauritania e il Senegal. Un percorso rinnovato per il 70 % in questa edizione 2020 che metterà a dura prova piloti ma anche meccanici.

Nell’attesa di misurarsi con le piste la carovana dell’AFRICA ECO RACE® si imbarcherà domani mattina sul traghetto Esmeralda della compagnia marittima Grimaldi Lines: dopo 48 ore di traversata, sul Mar Mediterraneo, dedicate a briefing e stage di formazione, i partecipanti sbarcheranno la mattina del 7 gennaio, alle 7, al porto di Tangeri. Sarà in quel momento che la gara vivrà il suo via ufficiale con una prima giornata pesantina, composta di una piccola speciale da 24 chilometri e un trasferimento di 731 che permetterà ai concorrenti di raggiungere il primo bivacco, a Tarda.

MXCircus

GRATIS
VIEW