Internazionali Supermoto. Il gran finale, dove tutto ebbe inizio

Start Time– il Campionato Supermoto 2019 si chiuderà dove tutto ebbe inizio: al Motodromo di Castelletto di Branduzzo! E dunque, sarà ancora il prestigioso impianto pavese a “tratteggiare” la scena finale del Campionato con la disputa dei due Round conclusivi, previsti per questo fine settimana; circa il tracciato, il primo giorno i Piloti si affronteranno senza l’impegnativo tratto di fuoristrada, mentre il secondo questo verrà inserito; la parte centrale caratterizzata dai dossi e i salti in asfalto sarà mantenuto in entrambi i giorni.

S1 – Marc Reiner Schmidt (Honda L30 Racing), dopo aver lottato e battuto in alcuni confronti (Viterbo e Busca) anche il Campione del Mondo Thomas Chareyre (TM Factory), si presenterà a Castelletto per conquistare il titolo, potendo contare sui numeri di una classifica che lo vede in vetta con 227pt; Marc è seguito da Elia Sammartin (Honda Phoenix Racing Team) con 196pt e da Diego Monticelli (TM Factory) con 180pt. Luca D’Addato (Honda) si trova in 4a piazza con 147pt, seguito a breve distanza da Chareyre con 141pt, già assente nell’ultima prova di Latina. Con 48pt si conferma quale miglior Rookie Giulio Lorenzini (Suzuki).

S2– sono solo 3 i punti che attualmente separano il capo classifica Mickael Bryan Amodeo (Yamaha PKT) da Kevin Negri (Honda Gazza Racing), che si ritroveranno dunque a Pavia con le stesse possibilità di vittoria in campionato: il francese, reduce dalla stoica prestazione di Latina (sceso in pista in gara 2 nonostante la spalla debilitata dalla caduta nella prima frazione), conta ora 1.843pt contro i 1.840 di Negri. Li segue con 1.690 Matteo Medizza (Honda).

S3 (under 23) Nico Grazioli (Honda) guida la provvisoria con 234pt su Andrea Stucchi(Honda), il quale ne conta 214pt. Un vantaggio “minimo” perfezionato anche grazie alla perentoria prestazione laziale, da cui ne è uscito con la doppia vittoria di manche. Tutto da giocare, dunque, in questo ultimo doppio round, confronto in cui si potrà inserire anche l’ottimo Fabio Mazzolai (Honda) che segue in terza piazza con 198pt ma ormai pronto a salire sul gradino più alto del Podio e a conquistare punti pesanti per il titolo 2019.

S4 (On Road) – sarà Kevin Vandi (Honda L30 Racing) a schierarsi in griglia con la Red Plate, forte dei suoi 229pt che lo ascrivono in vetta alla classifica provvisoria. Kevin è seguito da Iacopo Arduini (Honda) a quota 207 nonostante lo zero rimediato a Latina e terzo, nonostante la mediocre prestazione in termini di punti nella sua ultima gara, troviamo Matteo Ettore Traversa con 193pt.

(Honda). Da segnalare anche la presenza di Marco Malone, new entry a Latina, subito vincitore della frazione iniziale ma fuori in gara 2 per una scivolata al rientro sul rettilineo di partenza quando si trovava comunque al comando: Malone sarà in griglia con una SWM Factory, sicuro un “brutto” cliente per tutti.

S5(over 40) – sarà grande lotta al vertice tra lo “Chef Volante” Michele Cannistraro (Honda BRT) e Mauro Cucchietti (Honda). Michele guida di misura la classifica provvisoria grazie alla splendida performance laziale, dove ha conquistato di forza la vittoria di giornata e ripreso la testa della classifica con 2.040pt, ma è tallonato da Cucchietti con 1.980pt: la stagione ha dimostrato che tra i due le forze e le possibilità di vittoria si equivalgono, per questo è difficile fare un pronostico. Terzo Marzio Ravaioli (Honda), leggermente staccato con 1.280pt.

La 85 Junior, a sprazzi vivace e combattuta grazie ad alcuni nuovi inserimenti, è comandata da Ivan Mosin (TM) con 232pt, seguito da Valerio Lemma (Yamaha) con 178pt e da Lev Shcheglov (assente a Latina) con 156pt.

A questo prossimo doppio appuntamento, in programma nel fine settimana a Castelletto di Branduzzo (PV), non si esclude di9 poter vedere festeggiare i nuovi Campioni della specialità.

MXCircus

GRATIS
VIEW