E’ ancora l’Italia la grande protagonista del Mototurismo internazionale: terza vittoria consecutiva al Rally FIM, in attesa dell’edizione 2020 a Foligno

L’Italia è un’eccellenza del Mototurismo internazionale! Lo ha confermato ancora una volta al Rally FIM terminato ieri sera a Roskilde, in Danimarca, dove ha conquistato la terza vittoria negli ultimi tre anni. Un successo significativo, ottenuto dopo quelli del 2017 in Svezia e del 2018 in Lituania. Ma, soprattutto, arrivato a meno di un anno dall’edizione 2020 della manifestazione mototuristica internazionale più importante, che si terrà a Foligno (PG) dal 24 al 26 giugno prossimi.

I numeri testimoniano la grande impresa del nostro motociclismo. I rappresentanti azzurri – tutti Tesserati FMI – erano ben 178 e sono stati capaci di conquistare 242.629 punti. Seconda la Finlandia a quota 124.564, terza la Norvegia a 102.196.

Giovanni Copioli, Presidente FMI: “Non posso che rivolgere il più caloroso applauso a tutti i nostri motociclisti, e allo staff FMI, che hanno contribuito a questa vittoria. Un successo che conferma l’Italia ai vertici internazionali del mototurismo e che testimonia come la FMI sia una federazione molto attenta all’utenza, quindi ai motociclisti che utilizzano la moto quotidianamente e per viaggiare. Era importante ben figurare al Rally FIM 2019, che ha preceduto l’edizione che si terrà a Foligno l’anno prossimo, e noi siamo riusciti addirittura a vincere. Ottenere il terzo successo consecutivo è entusiasmante: conferma la passione dei Tesserati FMI per i viaggi e per la scoperta di culture e tradizioni diverse dalle nostre”.

Il Presidente della Commissione Turistica e Tempo Libero FMI, Rocco Lopardo, ha rappresentato perfettamente lo spirito dell’evento. Partito in moto da Roma, ha raggiunto la Danimarca attraversando Austria e Germania, percorrendo oltre 2.000 chilometri per poi tornare in Italia con lo stesso mezzo: “Sono entusiasta. Questa vittoria è davvero significativa perché certifica la passione per il mototurismo nel nostro Paese e ci pone ai vertici internazionali di questa specialità. Un risultato importante anche dal punto di vista simbolico: la macchina organizzativa per l’edizione 2020 è già partita e questo successo dimostra tutta la nostra determinazione. Su 74 edizioni del Rally FIM, 26 sono state vinte dall’Italia. Ringrazio i Moto Club, i Tesserati e tutti coloro che hanno contribuito a raggiungere questo fantastico risultato”.

Oltre ad avere conquistato la vittoria assoluta del Rally FIM, l’Italia si è distinta ottenendo diversi riconoscimenti:

• Challenge Ungheria: assegnato alla Federazione che ha conquistato il maggior numero di punti con i conducenti di tutte le categorie che trasportano uno o più passeggeri registrati.

• Challenge Belgio: assegnato alla Federazione rappresentata dal più alto numero di Moto Club.

• Challenge Marcel Haecker: assegnato alla Federazione rappresentata dal più alto numero di partecipanti, inclusi i non motociclisti.

• Meritum FIM: assegnato alla Nazione presente con il maggior numero di motociclisti insigniti Meritum.

• Coppa Norvegia: assegnata al Moto Club proveniente da più lontano, il Ragusa Touring.

• Il Moto Club Vecchio Piemonte ha vinto l’Interclub Challenge, riservato ai Moto Club di ogni nazione più rappresentati.

• Sono stati premiati, tra i più giovani passeggeri iscritti al Rally FIM, Angelo Natali (nato nel 2007) e Riccardo Sfasciamuro (nato nel 2012).

Per preparare al meglio il Rally FIM di Foligno, durante l’edizione appena conclusa una delegazione della Federazione Motociclistica Italiana si è recata a Roskilde, partecipando a incontri con i rappresentanti della Federazione Internazionale e promuovendo la manifestazione 2020 tra le centinaia di motociclisti, provenienti da tutto il mondo, giunti in moto in Danimarca. E che sono attesi l’anno prossimo in Italia.

MXCircus

GRATIS
VIEW