MXGP of Czech Republic a Loket, il bilancio di Simone Furlotti

Sul tracciato di Loket, tappa fissa del Mondiale Motocross ormai da svariate stagioni, Simone Furlotti ha provato in tutti i modi a centrare la top 20, mancandola per un’inezia nel corso della frazione d’apertura.
Il pilota azzurro ha disputato una prova discreta nel corso della heat di qualifica, terminando in 24esima posizione. In Gara 1 è partito nelle retrovie, ma grazie ad un buon ritmo è stato in grado di riportarsi a ridosso della ‘top 20’. Nel corso delle ultime battute ha provato a dar fondo a tutte le sue energie, ma ha visto svanire la zona punti per una manciata di secondi.

Nella frazione conclusiva, dopo un buon avvio di gara che lo ha visto transitare 14esimo sul traguardo del primo giro, Simone è incappato in una caduta atterrando corto sul triplo subito dopo il rettilineo di partenza. Nella rovinosa caduta, il portacolori del Team GBO Motorsport ha rimediato la frattura dell’omero e della clavicola e dovrà nuovamente sottoporsi ad un intervento chirurgico per riparare entrambe le lesioni. Una disdetta per l’italiano, che aveva dimostrato di poter conquistare i primi punti iridati della stagione 2019.

Senza piloti nelle classi del Mondiale Motocross, il Team GBO Motorsport tornerà in pista nel weekend del 31 Agosto / 1 Luglio in occasione del quinto round del Campionato Italiano Motocross Prestige di Ponte a Egola (PI).

Matteo Bonini: “Siamo molto dispiaciuti per l’epilogo di questo weekend. Purtroppo con quest’ennesimo infortunio la nostra stagione nel Mondiale Motocross con Simone può considerarsi finita. E’ stato un anno davvero sfortunato e speriamo che vada molto meglio in ambito nazionale nelle prossime gare in programma”.

MXCircus

GRATIS
VIEW