Campionato Italiano Motocross Prestige – RND #04 – Matteo Giarrizzo – Giuseppe Arangio Febbo

Il Ciglione della Malpensa, quarta prova del Campionato Italiano Motocross Prestige, non porta bene al Team Diana MX. Matteo Giarrizzo cade in gara 2 e si infortuna; Arangio Febbo fatica in sella alla piccola 125cc. e si qualifica per il gruppo B.

La prova del Ciglione della Malpensa tenutasi nell’ultimo fine settimana di giugno ha dato il via alla fase discendente del Campionato Italiano Motocross Prestige 2019, fase che si concluderà dopo la lunga pausa estiva con la disputa delle ultime due prove: quella di Ponte a Egola (PI) e quella di Castel San Pietro (BO).

In occasione di questa quarta prova sullo storico tracciato lombardo, il Team Diana MX ha schierato i suoi due piloti Matteo Giarrizzo #227 Giuseppe Arangio Febbo #30, entrambi nella classe MX2 categoria Fast.

Sabato mattina le classi in gara cominciano a testare i numerosi sali scendi che caratterizzano il tracciato lombardo e al termine delle prove ufficiali, Matteo si classifica 20° del gruppo 1, Arangio Febbo 23° del gruppo 2.

Nel primo pomeriggio il sole splende alto nel cielo e il caldo è rilevante quando i piloti della classe MX2 affrontano la sessione di prove cronometrate. Entrambi i piloti del Team Diana MX faticano non poco nel mettere a segno un giro perfetto ma mentre Giarrizzo a pochi minuti dallo scadere del tempo regolamentare trova il giro buono e con il 20° tempo si qualifica in ‘extremis’ nel gruppo A, Arangio Febbo svantaggiato dalla piccola 125cc. non riesce ad essere sufficientemente veloce e con il 28° tempo finale, accede al gruppo B.

In gara 1 del gruppo B, la partenza di Arangio Febbo è da dimenticare. Chiuso dal gruppo verso l’interno della prima curva, il siciliano si ritrova tra gli ultimi ed è costretto a rimontare. Su un tracciato con poche linee disponibili, Giuseppe fa fatica nei sorpassi e dalla 30a posizione iniziale, chiude 28°. Nella prima frazione del gruppo A invece, Matteo Giarrizzo parte molto bene e guida in 24a posizione sino a quattro giri dal termine quando un errore lo arretra di numerose posizioni. Ripresa la corsa, chiude con un 32° posto e 8° della categoria Fast.

Nel pomeriggio, la seconda frazione della MX2 gruppo A purtroppo va anche peggio per Matteo. Dopo una partenza da dimenticare dove viene coinvolto in una caduta multipla in ingresso della seconda curva, il siciliano prova a risalire attraverso il gruppo ma a quattro giri dal termine, cade rovinosamente in discesa e mette fine anticipatamente alla sua gara. Nella caduta, rimedia una forte contusione al braccio destro ed è costretto ad abbandonare anticipatamente il tracciato per sottoporsi ad accertamenti medici presso il più vicino ospedale, dove poi verrà rilevata una piccola frattura. 35° in classifica di giornata, Matteo perde una posizione e si ritrova 5° in classifica generale.

Gara 2 del gruppo B invece inizia bene per Arangio Febbo che azzecca la partenza e si posiziona subito all’interno della ‘top 10’. La felicità però, dura solo quattro tornate poi la catena della Husqvarna 125 esce dalla sua sede e costringe il siciliano al ritiro. A fine giornata, Giuseppe è 22°.

Prima della lunga pausa estiva, un ultimo importante appuntamento attende il Team Diana MX il prossimo fine settimana. Sul tracciato romagnolo di Savignano sul Panaro (MO) ci sarà la prima finale del Campionato Italiano Motocross Junior e il team pugliese vi prenderà parte con il siciliano Giuseppe Arangio Febbo.

Giuseppe Arangio Febbo #30: “Correre nel campionato Prestige è sempre una bella esperienza perché il tracciato si deteriora molto di più che nel campionato Junior perciò è sicuramente un buon allenamento tra profonde buche e numerosi canali. In gara 1 sono partito male, ho faticato nel trovare il giusto ritmo ed ho chiuso nelle retrovie. In gara 2 invece, sono partito molto bene posizionandomi subito nella ‘top 10’. Nel corso del quarto giro però, quando ero 7°, la fuoriuscita della catena non mi ha lasciata scelta e mi sono dovuto ritirare. Tutto sommato è stata un’esperienza positiva che ha messo in luce i grandi miglioramenti che abbiamo fatto nel corso dell’anno. Messa in archivio questa prova, punto tutto nel far bene il prossimo fine settimana a Savignano sul Panaro (MO), dove ci sarà la prima finale del Campionato Italiano MX Junior.”

Luca Pedica (Riders Coach): “Weekend tutto sommato positivo quello di Malpensa nonostante l’epilogo non proprio felice. Il nostro obiettivo con Matteo era quello di lavorare sulla velocità e migliorare prima dell’estate e con la qualifica di sabato, Matteo ha dimostrato di essere cresciuto tanto in questi ultimi mesi, riuscendo a stare tra i quaranta piloti più veloci. Domenica in gara 1 la sua partenza è stata ottima e per quasi tutta la corsa ha guidato a ridosso della ‘top 20’. Peccato per la scivolata finale che gli ha fatto perdere numerose posizioni. In gara 2 la partenza non è stata delle migliori e nel tentativo di recuperare, è incappato in una brutta caduta in discesa. Fortunatamente la frattura al braccio non è grave e dopo 25 giorni di stop forzato potrà rimontare in sella. Avevamo preventivato un po’ di pausa estiva, l’allunghiamo leggermente e poi cominceremo a lavorare in vista di Ponte a Egola. Per quanto riguarda Giuseppe, per lui era solo una gara di allenamento in vista della prima finale dello Junior di Savignano sul Panaro (MO). Nonostante fosse svantaggiato con la piccola 125 2T ha fatto comunque una discreta qualifica e per un secondo e mezzo non è rientrato nel gruppo A. In entrambe le manche poi, si è comportato bene perciò questo ci fa ben sperare per la gara di domenica.
Paolo Pignataro (Team Manager): “Nonostante tutto l’impegno che ci stiamo mettendo per portare avanti la stagione nel migliore dei modi, la fortuna per noi continua a voltarsi dall’altra parte. Gli infortuni dei nostri piloti quest’anno ci hanno complicato non poco la stagione ma nonostante tutto guardiamo avanti e  speriamo di essere più fortunati nei mesi a venire.”

 

Testo by Max Serafino – Foto by Gianfranco Passera

MXCircus

GRATIS
VIEW