“Febbre e mancanza di forza mi hanno indotto in errore”: le parole di Cairoli dopo il GP lettone

Il nono Gran Premio MXGP della stagione, quello della Lettonia, è il nono round stagionale del Mondiale Motocross, si è corso sulla pista di Kegums, circa cinquanta chilometri a Sud di Riga, capitale lettone, un tracciato caratterizzato da fondo sabbioso.
Antonio Cairoli (team Red Bull KTM Factory Racing MXGP – Ktm 450 SX-F) è arrivato in Lettonia non al meglio delle condizioni fisiche, con problemi di forza al braccio destro, conseguenza della caduta in qualifica in Russia, e uno stato febbrile. Tredicesimo tempo nelle cronometrate, Cairoli è riuscito a difendersi nella manche di qualifica, chiusa al dodicesimo posto. In gara-1 dopo una splendida partenza, ha tenuto la testa della corsa per i primi sei giri, poi ha calato un po’ il ritmo ma è riuscito a restare con i primi e chiudere in una positiva terza posizione. In gara due ancora autore di una buona partenza, Cairoli era quarto nel secondo giro quando è incappato in una rovinosa caduta in un salto. Nell’impatto a terra ha riportato la lussazione della spalla destra, che è stata ridotta nell’infermeria del circuito. Nonostante lo zero di gara due Cairoli è secondo in campionato MXGP alle spalle dello sloveno Tim Gajser (Honda), a trentatré punti.

Le parole di Antonio Cairoli: “Sabato ho avuto influenza e febbre, e al braccio non avevo molta forza dopo l’incidente in Russia. Gara uno è stata positiva: ottima partenza e prima parte di gara dove sono stato in testa, poi nel finale ero un po’ stanco ma ho tenuto senza grossi problemi la terza posizione. Nella seconda manche ero quarto alle spalle di Tonus quando sono caduto. Ho sentito il dolore forte alla spalla destra, che era lussata. Spero di rientrare presto, se possibile in Germania. Non voglio affatto mollare”!

MXCircus

GRATIS
VIEW