SULLO SPETTACOLARE TRACCIATO DI SAINT JEAN D’ANGELY

A PODIO ROMAIN FEBVRE E JAGO GEERTS GUADAGNINI E FORATO CONQUISTANO LA PIAZZA D’ONORE NELLA EMX125 E NELLA EMX250  GIORNATA NO PER ANTONIO CAIROLI

Antonio Cairoli ha vissuto in Francia il peggior momento della stagione fino a questo momento. Sin dalla manche di qualifica il siciliano ha riscontrato alcune difficoltà, come hanno dimostrato le due cadute che lo hanno limitato al 14esimo posto. In Gara 1 ha provato a riscattarsi, ma un errore dopo poche curve ha dato il via libera a Tim Gajser. Nella manche di chiusura, è rimasto incastrato nel cancelletto di partenza ed è stato costretto a rimontare da fondo gruppo. Dopo poco però Cairoli incappa in un’altra scivolata e tutto diventa più difficoltoso. Sul traguardo è 17esimo mentre Gajser va a vincere e si porta a sole dieci lunghezze da Cairoli.

Romain Febvre si è presentato alla prova di casa non ancora al top della forma, ma si è impegnato al massimo per cercare di raccogliere il maggior numero di punti possibili. Nella prima gara ha ottenuto il quinto posto, mentre nella seconda ha animato il pubblico di casa, guidando per lunghi tratti la gara. In seguito, Tim Gajser lo ha rilevato al comando della frazione, ma per il transalpino è comunque arrivata la soddisfazione di tornare sul podio nell’assoluta di giornata. Una sensazione che gli mancava dal GP di Svizzera della stagione passata.

Samuele Bernardini è tornato in gara in Francia, dopo aver volutamente saltato la tappa portoghese. Il pilota toscano è partito bene in entrambe le manche, ma non è mai riuscito a concretizzare l’ottimo avvio. In Gara 1 si è piazzato 24esimo, mentre nella manche conclusiva ha preso anzitempo la via dei box.

Nella MX2, magnifica prestazione da parte di Jago Geerts: nella prima manche il belga ha strappato la vittoria a Jorge Prado, grazie anche ad un pregevole sorpasso effettuato a due giri dalla conclusione. In Gara 2 ha cercato di ripetere quanto fatto poco prima, ma nel corso delle ultime tornate il fiammingo è scivolato e si è così dovuto accontentare della piazza d’onore, tanto nella manche quanto nell’assoluta. Il successo ottenuto nella frazione inaugurale è stato il primo in carriera e gli ha permesso di balzare al terzo posto nella classifica generale.

Ancora una prova significativa da parte di Mitchell Evans che ha ribadito il suo ottimo stato di forma: l’australiano ha colto un settimo ed un quarto posto di manche, piazzandosi appena fuori dal podio nell’assoluta. L’esito positivo della trasferta in terra francese lo ha portato a conquistare la quinta posizione in Campionato.

Migliore performance stagionale per Zachary Pichon: l’alfiere del team Honda 114 Motorsports è uscito bene dai blocchi di partenza in ambedue le circostanze; con il passare dei giri ha perso alcune posizioni, ma si è mantenuto in zona punti e ha concluso in 12esima piazza nell’assoluta di giornata.

Mattia Guadagnini ha iniziato bene il weekend, registrando il miglior tempo nelle qualifiche del Gruppo 1. Al via di Gara 1, il leader del Campionato Europeo 125 è scattato in settima posizione; con il passare dei minuti il veneto ha iniziato a recuperare posizioni, terminando sul gradino più basso del podio.

Nella manche conclusiva, invece, si è installato alle spalle del padrone di casa Tom Guyon, rimanendoci fino alla bandiera a scacchi. L’alfiere del team Maddi Racing ha così conquistato la piazza d’onore e ha mantenuto la leadership in campionato.
Alberto Forato ha imitato il compagno di squadra, aggiudicandosi la seconda posizione assoluta nel GP. L’andamento delle due manche è stato segnato da cattive partenze, che hanno precluso al veneto la possibilità di ottenere un risultato migliore. In Gara 1, ha corso per buona parte della heat senza la sella, fattore che gli ha impedito di elargire una performance più consistente. Nonostante questo inconveniente, ha ottenuto il quarto posto; nell’ultima frazione ha dato nuovamente fondo a tutte le sue energie per rimontare. Il terzo posto finale gli ha permesso di acciuffare la piazza d’onore assoluta, risultato che ha confermato il primato nella classifica generale dell’Europeo 250.

Dopo aver ottenuto un buon risultato nella prova d’esordio, Raf Meuwissen è rimasto a secco di punti anche in quest’occasione: l’olandese ha concluso il GP a fondo gruppo, terminando in 35esima posizione.

Giuseppe Tropepe ha vissuto il GP di Francia tra alti e bassi: la frazione d’apertura è stata avara di soddisfazione per il pilota calabrese, a causa di una caduta che lo ha relegato in 31esima piazza. Gara 2 è andata meglio, grazie anche ad un ottimo spunto iniziale che lo ha collocato subito nelle posizioni di vertice. Il buon ritmo messo in mostra nel corso di tutta la manche, gli ha permesso di terminare quinto e di guadagnare tre posizioni nella classifica generale del campionato continentale della quarto di litro.

Meno fortunato il weekend di Mahy Villanueva e Matteo Puccinelli: il primo è entrato per un soffio in zona punti nel corso della prima manche, ritirandosi poi in quella successiva; il secondo, invece, ha cercato di prodigarsi nel tentativo di entrare nella top 20, ma non ha centrato l’obiettivo.

Fine settimana abbastanza soddisfacente per il team SDM Racing; l’unica nota stonata è scaturita da Gianluca Facchetti, incappato in una giornata da archiviare quanto prima. Per il giovane pilota azzurro, infatti, il weekend si è concluso con due ritiri. Buoni risultati, invece, per il resto della squadra: Rick Elzinga ha centrato la top 10 assoluta, frutto di un sesto e di un 13esimo posto di manche; 12esimo assoluto ha concluso l’iberico Ruben Fernandez, andato a punti in ambedue le frazioni, mentre l’australiano Caleb Grothues si è piazzato 19esimo, a causa di un ritiro in Gara 2 che gli ha negato un risultato migliore.

Impegnato nel Campionato Europeo 250, Alessandro Manucci ha provato a conquistare i primi punti stagionali, ma ha concluso entrambe le gare nelle retrovie, oltre la 30esima posizione.

Anche Max Ratschiller non ha raccolto soddisfazioni nel corso della trasferta francese: impegnato nell’Europeo 125, il pilota altoatesino ha fatto segnare il settimo posto nel Gruppo 2 di qualifica, ma in entrambe le heat si è poi ritirato, rimanendo ancora a secco di punti.

Da rimarcare la prestazione di Raffaele Giuzio, che a Saint Jean d’Angely ha disputato la migliore prova della stagione: in Gara 1 ha racimolato 2 punti, mentre nella manche di chiusura ha tenuto il ritmo dei migliori, classificandosi ottavo.
Il prossimo appuntamento con il Mondiale MXGP si svolgerà sull’impianto russo di Orlyonok; tappa che vedrà impegnati anche i piloti dell’Europeo EMX250, mentre quelli della ottavo di litro riprenderanno le ostilità il 23 giugno, sul tracciato tedesco di Teutschental.

 

MXCircus

GRATIS
VIEW