Grafico in salita per Raffaele Giuzio nell’EMX2T del prossimo w.-e. a Mantova

Oggi andiamo a conoscere un altro pilota del panorama nazionale e continentale, non è in lizza per nessun titolo ma sta crescendo bene ed è consapevole che per ottenere risultati è necessario lavorare molto non solo sulla moto ma anche sul fisico. L’imminente GP Monster Energy della Lombardia ci permette di parlare della sua presenza tra le fila del Campionato Europeo della classe 2T, un campionato fresco fresco che vede al via diversi giovani piloti italiani tra i quali appunto Raffaele Giuzio, il protagonista di questa breve intervista/profilo che andiamo a farvi conoscere.
Raffaele ha da poco compiuto 17 anni ed è un varesino di Tradate. Corre con una Ktm con i colori del Team MCV Motorsport e del Moto Club Cairatese.

Nella prima prova del tricolore motocross della Fast MX2, hai ottenuto un 26° assoluto in virtù di un 37° e un 32° posto di manche, mentre nella replica di Montevarchi non eri presente. Vuoi raccontarci questo inizio di stagione tricolore?
R.G.: “Sì, a Cingoli era la mia prima gara con il 250 2 Tempi, tutto sommato non è andata male anche se poteva andare meglio se non fosse stato per due piccoli ma determinanti errori in partenza. Li sfrutterò per crescere”.

Nel campionato europeo EMX125 sono state due le prove cui hai partecipato, nelle quali hai ottenuto un 29° assoluto nel round britannico di Valkenswaard e un 18° nella prova trentina. Vogliamo spiegare ai nostri lettori anche la tua partecipazione a questo affascinante campionato europeo?
R.G.: “Il GP di Valkenswaard non è andato bene come avevo immaginato, mentre quello del Trentino è andato molto meglio ed ho chiuso la prova 13° nella seconda finale, mentre nella prima purtroppo ho bruciato la candela e non ho potuto continuare”.

La prossima prova del torneo continentale sarà a Mantova l’imminente weekend dell’11 e 12 maggio, una pista che probabilmente conoscerai. Come hai pianificato la tua partecipazione a questa seconda prova italiana.
R.G.: “Dunque, per il prossimo GP della Lombardia di Mantova mi sono allenato bene e lo sto facendo tuttora tanto e spero quindi di riuscire a fare bene; cercherò di dare il massimo, come sempre”.

A Savignano, il 2 giugno prossimo, si correrà la terza prova del tricolore Prestige. Una pista che si adatta al tuo stile di guida?
R.G.: “Savignano è una pista molto tecnica e nello stesso tempo veloce, sarà un bell’allenamento anche in vista dell’italiano 125. Punto a fare una bella qualifica per cercare di stare nel gruppo dei più forti e dare tutto nelle due manche e migliorare anche in questo bel torneo”.

Quali sono i risultati più significativi che hai ottenuto sinora?

R.G.: “I risultati più rilevanti sono la conquista dei due titoli italiani di Supercross, e qualche titolo regionale lombardo, inoltre ho partecipato a due mondiali junior, in Bulgaria con il 65cc e in Spagna con l’85cc, nelle quali ho chiuso 9° nelle manche”.

Quando e come hai iniziato a correre

R.G.: “A guidare una moto ho iniziato all’età di 4 anni. Questa passione me l’ha trasmessa mio padre e si è concretizzata il giorno che mi ha regalato una moto”.

Devi ringraziare qualcuno?
R.G.: “Sì, ringrazio innanzitutto mio padre, e poi il Team MCV Motorsport e la Progrip”.

 

Foto: Jak910

MXCircus

GRATIS
VIEW