Il 27 gennaio al via gli Internazionali d’Italia Motocross 2019

In America la stagione è partita il 5 gennaio, in Europa il primo start sarà il 27 gennaio, ancora dall’Italia, con la serie delle tre gare degli Internazionali MX che precedono l’inizio del MX World Championship. Sono tutte riconosciute strategicamente e tecnicamente molto efficaci, confronti in cui si ha modo di sollecitare i mezzi & gli uomini al 100%, verificandone così, in chiave world season, il conseguente livello di competitività tecnica e, soprattutto, mentale raggiunto.

Questo in sintesi il motivo del successo di partecipazione dei Top Team al campionato, che conseguentemente trascina un pubblico numerosissimo e desideroso di assistere in anteprima a gare piene di determinazione e sempre molto tirate in virtù di un cospicuo montepremi in palio: 120.000,00 Euro.
Come di consueto, si parte dalle “Dune” della Sardegna, con la ormai mitica e “terribile” pista di Riola Sardo (OR), che aprirà la sfida tra i migliori piloti di motocross al mondo il 27 gennaio, seguita a ruota la settimana successiva dalla sabbiosa pista di Ottobiano (3 febbraio) e il 10 febbraio dal “Tazio Nuvolari” di Mantova, sede dell’MXGP di Lombardia 2019.
Anche quest’anno, dunque, la lista tra i Factory Team già accreditati è lunga e prestigiosa: Red Bull Ktm Factory, Rockstar Energy Husqvarna Factory, Monster Energy Yamaha Factory, Monster Energy Wilvo MXGP, Honda HRC, Kemea Yamaha Yamahalube Racing Team, Gebben Van Venrooy Kawasaki, Honda 114 Motorsport.

Tony Cairoli ancora una volta sarà chiamato a difendere il titolo di Campione della classe MX1, ottenuto lo scorso anno precedendo in classifica Romain Febvre e Jeremy Van Horebeek, e della prestigiosa classe Supercampione, che dopo la caduta di Jeffrey Herlings al via di Riola, con conseguente assenza a tutte le altre prove, ha letteralmente dominato nel 2018, aggiudicandosi tre vittorie sulle tre manche disputate, salendo sul primo gradino del podio di categoria davanti al duo Yamaha Monster Energy Factory.

In MX2 è Michele Cervellin il campione in carica, la passata edizione il giovane veneto conquistò il titolo su Alvin Ostlund e Calvin Vlaanderen. Anche in 125 sarà di nuovo bagarre per i primi tre posti in classifica, anche se Mattia Guadagnini, che aveva avuto la meglio su Emilio Scuteri e Alberto Barcella, sarà impegnato come Scuteri e molti altri piloti giovanissimi ormai passati di categoria, nella prestigiosa MX2. Il Campionato sarà trasmesso in diretta streaming su www.offroadproracing.it, e sono programmati servizi in post produzione su RAI Sport (tre highlights, ciascuno di 60’ il mercoledì alle ore 18,50) e su Eurosport.

MXCircus

GRATIS
VIEW